Home POLITICA ECONOMIA Acquistare online, è boom in Italia: ecco come muoversi senza rischiare

Acquistare online, è boom in Italia: ecco come muoversi senza rischiare

Ultimo aggiornamento 15:50

Appassionati di acquisti online, amanti dell’E-commerce e delle negoziazioni in rete, attenzione: l’Italia è divenuto uno dei mercati più floridi da questo punto di vista. Infatti come dimostrano diverse ricerche di mercato, sono in netto aumento gli acquisti online in tutta Italia. Ma come muoversi senza correre rischi? Quali passi e quali mosse occorre fare?

Internet: il nuovo humus degli acquisti. Ecco cosa serve sapere

Il fatto che acquistare on line sia oggi così facile non significa che non ci siano ancora problemi e rischi dietro il web. Quindi, occorre avere una certa sicurezza nel muoversi, sia che l’utente sia adulto o meno. Comprare sul web tramite tablet, smartphone, o PC è in ogni caso facile.

Del resto non si può prescindere da questa grande rivoluzione che piano piano è entrata a far parte in maniera preponderante della vita comune di tutti, da nord a sud, e praticamente in ogni parte del globo, diventando un’occupazione e un passatempo importante per gli utenti di ogni tipo e di ogni luogo.

Ciò accade anche in maniera passiva: basta guardare la confezione di un prodotto per vederci stampato sopra un indirizzo web oppure un QRCode, e anche i concorsi a premi ormai si svolgono prevalentemente sul web, così come anche molti servizi alla persona passano tramite la rete, inevitabilmente.

Insomma, si tratta di una novità così importante a livello globale da richiedere l’attenzione e l’aggiornamento di tutti, anche dei più restii alle nuove tecnologie.

Questo anche perché Internet si può usare per tanti motivi, che vanno dalle relazioni pubbliche – è il caso dei social network – fino all’utilizzo di servizi – come i pagamenti virtuali o la prenotazione di viaggi o magari di visite specialistiche- passando per l’intrattenimento di vario genere e anche per il commercio.

Sì, perché ormai tramite il web, grazie agli appositi siti dedicati, si può comprare di tutto e si ha accesso a ogni tipo di bene oppure di servizio.

I dati in merito sono piuttosto esemplificativi di una tendenza importante e ormai praticamente incontrovertibile. Secondo Confesercenti, in collaborazione con l’Osservatorio eCommerce B2c del Politecnico di Milano, soltanto nel 2017 si parlava di:

18mila attività legate al commercio via web, con un aumento dell’8,4 per cento rispetto all’anno precedente
10mila negozi fisici che hanno aperto una propria vetrina su Internet
Un aumento, dall’anno 2012 al 2017, delle imprese del commercio online pari a oltre il 72 per cento
I beni e i servizi che vanno per la maggiore sono i più svariati, partendo dall’abbigliamento fino all’arredamento e all’oggettistica, senza dimenticare il settore dell’entertainment, che vede il dilagare, oltre ai social, di canali di divertimento come le TV in streaming oppure come il gioco virtuale, come ben dimostra la comparazione di siti di scommesse online da parte degli addetti al settore.