Home ATTUALITÀ BREAKING NEWS “Al Sud 800 mila posti di lavoro a rischio”, l’allarme lanciato dal...

“Al Sud 800 mila posti di lavoro a rischio”, l’allarme lanciato dal ministro Provenzano

Ultimo aggiornamento 15:04

E’ l’ennesimo ‘nuvolone’ nero quello che rischia di abbattersi a danno delle già ‘sventurate’ regioni del Sud dove, complice la totale mancanza di infrastrutture, creare occupazione è pressoché impossibile.

Come ha infatti affermato stamane Giuseppe Provenzano, ministro per il Sud, dopo aver preso visione delle stime contenute nel rapporto Svimez: “Rischiamo di arrivare a fine anno con 600 – 800 mila posti di lavoro in meno al Sud“.

Tuttavia, ha poi aggiunto il ministro riferendo sul Recovery in commissione Bilancio, l’arrivo di nuove risorse danno “l’occasione di individuare obiettivi precisi e fabbisogni di investimento e questo fa la differenza”.

Provenzano: “Il Ponte sullo stretto? Un alibi per non realizzare infrastrutture”

Quindi, dimostrando di aver davvero a cuore la questione meridionale, Provenzano ha tenuto a ribadire che “Ritengo che il progetto del Ponte sullo Stretto di Messina, incompatibile con i tempi del Recovery fund e chi dice il contrario penso non abbia letto le carte della Commissione Ue. Da quando sono nato so che il Ponte sullo Stretto è stato il grande alibi per non realizzare le infrastrutture”, ha infatti spiegato il responsabile del Sud, rimarcando che il suo “impegno come ministro è controllare, monitorare e richiamare gli operatori ai loro vincoli per realizzare le opere in cantiere”.

Max