Home SPETTACOLO GOSSIP Amici celebrities 2019 giudici, Platinette: ecco la grave malattia che rischia di...

Amici celebrities 2019 giudici, Platinette: ecco la grave malattia che rischia di allontanarla dalla TV

Ultimo aggiornamento 14:55

Platinette è, come ormai ben noto ai più uno dei tre giudici di Amici celebrities 2019, il noto reality di Canale Cinque che partirà sabato 21 settembre in prima serata.

Condotto almeno inizialmente da Maria De Filippi il programma verrà gestito poi da Michelle Hunziker. In questi giorni il format che nasce da una costola di Amici ha ufficializzato i nomi dei tre vip che dovranno giudicare i concorrenti vip.

Tra questi Platinette, opinionista e conduttrice radiofonica, nome d’arte di Mauro Coruzzi. Per Platinette, però, che affiancherà  Giuliano Peparini e Ornella Vanoni nel ruolo di giudice ad Amici Celebrities 2019 ci sono dei problemi di salute gravi.

Quali? E cosa rischia Platinette? Ecco di cosa si tratta.

Amici celebrities 2019 giudici, Platinette: ecco la grave malattia del noto personaggio TV. Qual è e cosa rischia

Platinette si è confessata sulla malattia che lo costringerà ad allontanarsi dal mondo televisivo: l’obesità.

Mauro Coruzzi, conosciuto come Platinette, è un conduttore radiofonico e televisivo della classe 1955.

Platinette ha annunciato spesso il ritiro dal mondo televisivo a causa di una grave malattia. “Sono rimasto da solo a riflettere con me stesso, ho capito che non potevo più accettare lavori dal percorso lungo: ho così iniziato a lavorare su me stesso cercando di mettere pace tra me e il resto del mondo.”

Platinette è stata chiara sulla vicenda. “Da anni ho un rumore sordo dentro di me: un male difficile da combattere, perchè è una patologia vera. E’ il mangiare compulsivo, senza averne bisogno. Ho passato l’ultimo anno qui a trascinare una gamba e non volevo farmi vedere da nessuno…”, ha detto.

L’ammissione è netta. “Sono malato, l’obesità è una malattia e non ci si deve vergognare. Bisogna farsi aiutare per uscirne. Io mi conosco, so che potrei cascarci di nuovo e ho sentito la necessità di ricorrere nuovamente al palloncino per prevenzione. Certo, non deve passare il messaggio che questo è un sostituto della dieta, non puoi farlo a ripetizione.”