Ancona, bambino ferito gravemente da cacciatore

    Ultimo aggiornamento 00:00

    Un bambino di dieci anni è sotto cure intensive in una prognosi riservata all’ospedale infantile materno di Salesi di Ancona, dopo essere stato raggiunto da un proiettile al viso e al collo. Ha numerose fratture cranio-facciali, ma per ora non è stato operato.

    La tragedia è avvenuta in un rifugio, nelle campagne di Osimo, il bambino è stato raggiunto da una raffica di 20 palle. Il ragazzo era con suo padre e altri tre cacciatori, quando un colpo esploso da un fucile ha raggiunto un muro: il bambino è stato catturato, dal rimbalzo, da pallottole e frammenti di cemento e suo padre è stato testimone del fatto.

    Mentre stava subendo il primo trattamento, il padre chiese ai medici se erano sicuri che fossero pellet e non frammenti di cemento. Da qui l’ipotesi che il proiettile abbia raggiunto un muro e che il ragazzo sia stato ferito da un rimbalzo. Il bambino era sempre vigile e, secondo le fonti ospedaliere, sarebbe stato ricoverato per mancanza di letti.