Ancora tensioni tra gli azzurri di Forza Italia: Berlusconi “Piena fiducia nei miei collaboratori”

    Ultimo aggiornamento 00:00

    Nuove tensioni tra i vertici di Forza Italia, che sembra non riuscire proprio a raggiungere un accordo. Dopo il bruciante risultato delle regionali in Trentino, continua lo scontro, sempre più aspro, tra l’ala ortodossa contraria a partiti unici e quella filosalviniana guidata da Giovanni Toti che spinge per costituire un nuovo soggetto politico, magari con Fdi, che resti alleato della Lega. Ma non solo: è notizia delle ultime ore che il ’nuovo cerchio magico’ di Silvio Berlusconi, quello che fa capo a Licia Ronzulli, si sarebbe rotto. La fedelissima dell’ex premier, che ha preso il posto di Mariarosaria Rossi, secondo le ricostruzioni giornalistiche, sarebbe stata ’sfiduciata’, perché accusata di isolare il presidente di Fi. In Transatlantico, a Montecitorio, i parlamentari forzisti non parlano d’altro, facendo salire la tensione alle stelle. Infastidito dalle polemiche il Cav prende carta e penna e con una nota inviata ieri smentisce i rumors sulla sua insofferenza nei confronti dello ’strapotere’ della Ronzulli : ’’Senza alcuna sorpresa – scrive – continuo a leggere ’retroscena’ che riguardano diversi miei collaboratori”. “Oggi tocca, per l’ennesima volta, alla senatrice Licia Ronzulli essere al centro delle ’attenzioni’ del ’Fatto Quotidiano’. Non intendo entrare nel merito dei contenuti, tanto sono dissociati dalla realtà, ma – avverte – è giunto il momento di dire una parola chiara e, spero, definitiva: io ho piena fiducia dei miei collaboratori e sono sicuro che svolgono il lavoro con lealtà e competenza. Non c’è altro da aggiungere: se ne facciano, tutti, una ragione”. Parole che suonano come un vero proprio monito a chi ’rema contro’. Raccontano, infatti, di un Berlusconi sempre più indispettito dai litigi interni e dalla invasioni di campo, determinato a mettere la parola fine, una volta per tutte, alle beghe di cortile. Secondo alcune fonti azzurre, dietro gli attacchi alla Ronzulli ci sarebbe lo zampino di Francesca Pascale, che spalleggiata dalla senatrice Mariarosaria Rossi, aspirerebbe a svolgere un ruolo di primo piano nel partito. A Berlusconi e alla famiglia, secondo le stesse fonti, non sarebbe affatto piaciuto l’attivismo della Pascale e dell’ex tesoriere in questi mesi. Nell’occhio del ciclone in queste ore Ronzulli si difende via Twitter dove posta una foto abbracciata al presidente di Fi: ’’Non è la prima volta che mi attaccano. Ne ho passate di peggio. Non ho la pelle delicata. La vita mi ha temprato e preparato. Ci vuole ben altro per rompere un rapporto professionale, di stima e di affetto come questo. State perdendo tempo. Buona giornata e con il sorriso!”.