Home TECNOLOGIA App segreta addio a problemi privacy su Whatsapp e Telegram. Ecco il...

App segreta addio a problemi privacy su Whatsapp e Telegram. Ecco il trucco per risolvere i furti di profilo

Ultimo aggiornamento 16:20

Si sono registrati in queste ore e questi giorni dei disservizi su WhatsApp e su Telegram. Non si parla, non in questo caso, del complicatissimo WhatsApp Down che il 3 Luglio e anche oggi hanno mandato in black-out moltissimi dei servizi della app di messaggistica insieme a Instragram, le cui stories sono finite in down appunto. In questo caso si parla di privacy. Ma che succede esattamente?

Addio KO alla privacy Whatsapp e Telegram: trucco e info per rivolvere i problemi

Whatsapp, a quanto pare, non tutela a dovere la nostra privacy e con Telegram sono alle porte disagi e problematiche. Cosa succede esattamente?

E’ ormai noto a tutti come prima Whatsapp e poi Telegram siano divenuti i cuori pulsanti della realtà ormai irrinunciabile della messaggistica istantanea. E’ una dura lotta tra i due, che spesso fa vittime nel corso di una battaglia senza esclusioni di colpi in questo caso, ad esempio, a rimetterci sembra esser stata la riservatezza dei dati dei clienti.

A rischio, da qualche tempo, pare infatti esserci la privacy dal momento che le due app pare non tutelino i nostri interessi. Ad esempio si sono diffusi dei casi di truffa, alcuni dei quali hanno riguardato perfino utenti dotati di PostePay, così come alcune chat di WhatsApp sono state usate per la diffusione di promozioni, al pari di Telegram, dei servizi di trasmissione IPTV che trasmettono programmi e pacchetti televisivi in modo illegale andando a fare concorrenza ai grandi network come Sky e Dazn.

App segreta, addio a problemi privacy su Whatsapp e Telegram per stato-online, foto, ultimo accesso, contatti e post

Per risolvere tutto questo, però, esiste un trucco davvero sorprendente. Si bypassano tutti i rischi sui crolli di riservatezze e si è più sicuri su Whatsapp e Telegram proprio grazie a un trucchetto.

Tutto parte, a livello di sicurezza, in relazione al proprio numero di telefono. Non si accede a WhatsApp senza indicarlo, e tramite il codice si viene riconosciuti idonei a chattare. Proprio dando il riferimento numerico si rischia: chiunque lo possiede può vedere tutto di noi: dal nostro stato, all’immagine e via discorrendo. E, nei fatti, anche trasferire questi dati.

Per evitare abusi, profili falsi o uso indiscriminato dei dati si può bypassare il problema numero: come? Ebbene, basta usare un numero che non ci appartiene e che però si genera utilizzando un servizio molto particolare che troviamo nel Play Store. Si chiama Text Plus.

In pratica questa app produce un numero VoIP fittizio che viene usato solo per ricevere il codice che attiva il profilo segreto. Dopo aver installato normalmente l’app ufficiale dunque si può scegliere un recapito tra la lista dei contatti americani.

In pratica viene assegnato un numero che va usato in fase di registrazione per WhatsApp. E se avete dubbi circa la conferma via SMS, tranquilli. L’SMS con il codice da utilizzare per associare l’account arriverà in Text Plus. Una volta ricevuto lo si inserisce nel campo dell’app verde e abbiamo finalmente il nostro profilo anonimo.