Auditorium Parco della Musica: le ‘stelle’ tornano ad animare il red carpet della Festa del Cinema

    Ultimo aggiornamento 00:00

    Nella consueta cornice dell’Auditorium Parco della Musica di Roma prende
    il via da oggi la XIII ‘Festa del Cinema di Roma 2018’, con un carnet di stelle di prim’ordine, che andranno ad animare un cartellone articolato da 42 film, 6 eventi speciali, e 14 ‘incontri ravvicinati’.
    Oltre ai numerosi ed importanti ospiti, che di qui al 28 ottobre calcheranno il red carpet della manifestazione, altrettanto importanti e numerosi sono i titoli in programmazione, tra i quali – in una sorta di immaginifico cartellone d’alto gradimento popolare – anticipiamo l’atteso sequel di Halloween, (‘La notte delle streghe’, diretto da John Carpenter, con Jamie Lee Curtis protagonista di questo remake), il biopic ‘Stanlio & Ollio’, qui incarnati da John C. Reilly e Steve Coogan, ed il documentario di Peter Jackson (de ‘Il signore degli anelli’) il quale, con ‘They Shall Not Grow Old ‘ stavolta si cimenta con la prima guerra mondiale. Così come l’irriverente Michael Moore, che stavolta presenterà un nuovo ‘Fahrenheit 11/9’ manco a dirlo, ovviamente dedicato a Donald Trump.
    Quindi ‘Se la strada potesse parlare’, nuova opera filmica del premio Oscar Barry Jenkins (‘Moonlight’); Viggo Mortensen, che fresco del Premio del pubblico al ‘Toronto Film Festival’, arriverà nella Capitale per presentare ‘Green Book’ . Sicuramente desta curiosità anche ‘7 sconosciuti a El Royale’, diretto da Drew Goddard, che annovera nel cast attori come Jeff Bridges, Chris Hemsworth, e Dakota Johnson.
    Segnaliamo inoltre la pellicola intitolata al K-141, lo storico sottomarino russo affondato nel 2000, in ‘Kursk’, di Thomas Vinterberg, così come ‘Quello che non uccide’ (che va ad allungare la saga Millennium), che esordirà in prima mondiale nella Capitale in compagnia di Claire Foy. 
    Sarà poi la volta di ‘Beautiful Boy’, che si propone per Timothée Chalamet (insieme a Steve Carell), che si ripropone di bissare il successo del precedente ‘Chiamami col tuo nome’ .
    Spostandoci al centro della ribalta troviamo poi ‘The Old Man & The Gun’, quello che Robert Redford ha annunciato sarà il suo ultimo film da attore.
    Sempre sul fronte filmico, il nostro paese sarà invece rappresentato da Edoardo De Angelis il quale, dopo il successo di ‘Indivisibili’, è tornato dietro la macchina da presa per spiegare ‘Il vizio della speranza’; e da Paolo Virzì (chiamato a chiudere questa preziosa rassegna), con ‘Notti magiche’.
    Emozione infine per l’emozionato a sua volta Martin Scorsese – fine appassionato conoscitore del Cinema italiano – che, così come Isabelle Huppert, incontrerà il pubblico in occasione del meritato Premio alla carriera.
    e parlerà dei suoi film italiani preferiti.
    Ovviamente, come da tradizione, oltre le proiezioni saranno numerosi gli eventi e gli incontri (citiamo ad esempio le presenze di Sigourney Weaver, di Giuseppe Tornatore, delle sorelle Rohrwacher: Alice ed Alba, dello scrittore Jonathan Safran Foer, e diFabio Rovazzi): e se qualcuno, vista la vicenda ‘Netflix’, proverà a impepare la rassegna con la presenza di Thierry Frémaux (direttore del Festival di Cannes), l’affascinante e brava Cate Blanchett, presenterà il film di Eli Roth, ‘Il mistero della casa del tempo’.
    Dunque conto alla rovescia per questa prima che oggi, seguendo gli orari, prevede:
    10.30: ‘Broken Mirrors’ (per le scuole)
    19.00: Red carpet inaugurale del film ‘Bad Times at the El Royale’, di Drew Goddard, con Dakota Johnson, Jeff Bridges, Jon Hamm e Chris Hemsworth, seguito (intonro alle 10.30) dalla proiezione.
    19.30: ‘Sangra Blanca’ di Barbara Sarasola-Day, con Eva De Dominici
    21.00: ‘Backliner’, di Fabio Lovino
    22.10: ‘Halloween. la notte delle streghe’ di John Carpenter, con Jamie Lee Curtis
    A quanti interessati a seguire il festival ‘live’ – cosa che consigliamo caldamente – suggeriamo di consultare il seguente indirizzo:
    http://www.romacinemafest.it/festa-del-cinema-di-roma/biglietteria/

    Max