Baudo e Rovazzi, la strana coppia di Sanremo giovani

    Ultimo aggiornamento 00:00

    Il prossimo febbraio il Festival di Sanremo sarà alla sua 69esima edizione. Un traguardo importante per una delle manifestazioni più longeve della musica italiana. Tanti nomi sono passati sul palco dell’Ariston: da Domenico Modugno e Mia Martini, fino ai più contemporanei Emma Marrone, Il Volo e gli ultimi vincitori Ermal Meta e Fabrizio Moro, quest’ultimo vincitore della sezione giovani a Sanremo nel 2007. La sezione Nuove Proposte, quella dedicata ai nuovi talenti era, almeno fino a due anni fa, unita con la serata del festival. In questa categoria, molti dei nuovi talenti hanno poi fatto il salto di qualità, vincendo la rassegna sanremese, confrontandosi con i mostri sacri della musica. Ci è riuscito Moro appunto, ma prima di lui ci sono stati il trio canoro del Volo e Francesco Gabbani, vincitore della sezione proposte nel 2016 e del Festival dell’anno successivo, insieme allo scimmione di ‘Occidentali’s Karma’. Da due anni a questa parte, da quando alla direzione artistica c’è Claudio Baglioni, la sezione giovani viene separata dal festival classico, con due prime serate che quest’anno andranno in onda sulla Rai prima di Natale. L’anno scorso alla conduzione vi era la coppia Claudia Gerini e Federico Russo. Quest’anno invece ci sarà un duo inedito, perché non si sono mai incrociati, per il loro curriculum nel campo dello spettacolo e per la loro differenza di età. Infatti condurranno Sanremo Giovani il veterano Pippo Baudo e l’attore-cantante (e star sul web) Fabio Rovazzi in due prime serate, nelle notti tra il 20 e 21 dicembre. Le serate verranno trasmesse in diretta su Rai1 non dal palco dell’Ariston, ma da quello del Teatro del Casinò di Sanremo. Per la prima volta in assoluto Sanremo Giovani farà salire allo step successivo due giovani che avranno l’occasione di esibirsi direttamente sul palco del Teatro Ariston per la 69esima edizione del Festival di Sanremo, sempre con la supervisione del direttore artistico e conduttore Claudio Baglioni. Alla rassegna, dedicata agli artisti giovani, ci saranno 24 contendenti in gara, raggruppate in due blocchi da 12 per le due serate, che vedranno un’inedita e decisamente “strana coppia”: Pippo Baudo, che ha sulle spalle numerose edizioni del Festival sanremese uno degli artisti più amati dalle nuove generazioni come Fabio Rovazzi.Prima dei due live sul primo canale nazionale, le nuove proposte si sfideranno in quattro appuntamenti, dal 17 al 20 dicembre, in onda su Rai1 nel pomeriggio, alle 17.45, presentati dal cantautore e conduttore radiofonico Luca Barbarossa.La Commissione musicale presieduta da Claudio Baglioni, è già all’opera per valutare i primi 69 artisti selezionati. Bisognerà aspettare sino al 27 novembre per sapere i nomi dei 24 concorrenti di Sanremo Giovani, che saranno proclamati insieme ai vincitori del concorso Area Sanremo. Un format del tutto inedito che sembra fare il verso agli attuali talent show musicale (X-Factor e The Voice), ma che vuole ribadire ancora una volta la centralità di un evento così importante nel panorama culturale italiano.