Home ATTUALITÀ BREAKING NEWS Bollino rosso: è scattato il tradizionale ‘esodo di Ferragosto’ lungo i 30mila...

Bollino rosso: è scattato il tradizionale ‘esodo di Ferragosto’ lungo i 30mila Km della rete Anas

Ultimo aggiornamento 20:29

Ecco ci siamo, già da qualche ora è iniziato quello storicamente definito come l’esodo di Ferragosto insomma, per dirla chiara: siamo nel fatidico week-ed da bollino rosso.

Tuttavia, come da tradizione, il peggio sarà tra domani e metà della giornata di domenica 16 agosto. Anche perché, accanto a quanti si ‘avventureranno’ per le meritate ferie estive, ci sono da considerare altrettanti milioni di italiani che, seppure ancora al lavoro, coglieranno l’occasione per la ‘sacra’ gita di Ferragosto. Dunque ‘vai con le code’ ed il  traffico ‘massiccio’ sulle principali direttrici Anas.

Tuttavia, sebbene non come in queste ore, anche domenica pomeriggio è da considerarsi a ‘forte percorrenza’, dunque bollino rosso, soprattutto in occasione dei rientri nelle grandi città. Lo comunica Anas in una nota.

Bollino rosso verso il Sud e le località di mare

Certo quest’anno la scia di ‘lamiere’ in movimento sarà meno grave del solito, coronavirus e crisi economica a parte, anche per il fatto che il 15 cade di sabato, mentre lo scorso anno è capitato di giovedì, dando così vita ad un ponte abbastanza lungo e meglio gestito dai vacanzieri. Ad ogni modo, ad ‘occupare’ i circa 30mila km di rete Anas, è atteso un esodo meno sostenuto, anche se sicuramente i flussi si prevedono molto più ‘copiosi’ vedo Sud, località di mare su tutte e, ovviamente, in uscita dai centri urbani.

Bollino rosso ma tir ‘parcheggiate’ ed addetti allertati

Fortunatamente, come da prassi, oggi già dalle 16.00 alle 22.00, domani (Ferragosto) dalle 7.00 alle 22.00 e, infine, domenica dalle 7.00 alle 22.00, è in vigore il ‘tradizionale’ divieto di transito dei mezzi pesanti.

Nello specifico Anas ha comunicato di aver predisposto per l’occorrenza uno specifico piano di gestione, che vede ‘schierati’ ben 2.500 addetti, unitamente al monitoraggio h24 della rete di competenza. Inoltre, per garantire l’assistenza e il pronto intervento, sono pronti 200 operatori dislocati fra la ‘Sala Situazioni nazionale’, così come per le altre 21 sale operative territoriali. In particolare, occhi aperti sulla cosiddetta ‘Autostrada del Mediterraneo’ (A2), dove Anas presenzierà di concerto con la Polizia Stradale, opportunamente allertata per la circostanza.

Bollino rosso: ecco i punti notoriamente ‘più caldi’

Nel dettaglio, illustra infine l’Anas, il monitoraggio ’no-stop’ dei fluidi del  traffico terrà nel mirino quel definiti come i principali assi strategici: la A2 “Autostrada del Mediterraneo” che attraversa Campania, Basilicata e Calabria; le statali 106 Jonica e 18 Tirrena Inferiore in Calabria; le autostrade A19 Palermo-Catania e A29 Palermo-Mazara del Vallo in Sicilia; la strada statale 131 Carlo Felice in Sardegna; la strada statale 148 Pontina nel Lazio, rientrata in gestione ad Anas a gennaio 2019 nell’ambito del piano “Rientro Strade” e arteria particolarmente trafficata, che insieme alla SS7 “Appia” assicura i collegamenti tra Roma e il Garigliano; l’Itinerario E45 (SS675 e SS3 bis) che interessa Umbria, Toscana, Emilia Romagna; sui versanti tirrenico e adriatico del centro Italia le direttrici SS1 Aurelia (Lazio, Toscana e Liguria), SS16 Adriatica (Puglia, Abruzzo ed Emilia Romagna).

Infine al nord i Raccordi Autostradali RA13 ed RA14 in Friuli Venezia Giulia verso i valichi di confine, la SS36 del Lago di Como e dello Spluga in Lombardia, la SS45 di Val Trebbia in Liguria, la SS26 della Valle D’Aosta e la SS309 Romea tra Emilia Romagna e Veneto.

Buon viaggio a tutti e ricordate…

Una raccomandazione agli amici lettori in movimento: andate piano, evitate il cellulare, gomme gonfie, cinture allacciate, idratatevi spesso e, se vedete qualcuno abbandonare un cane o un gatto lungo la strada annotate la targa e chiamate subito le forze dell’ordine.

Infine, per quanti già in villeggiatura nei luoghi di mare, ricordiamo che la Guardia Costiera è a vostra disposizione per denunciare comportamenti scorretti o pericolosi da parte di natanti o moto d’acqua, spesso troppo vicini alla battigia: chiamate senza problemi il 1530!

Buon Ferragosto!

Max