Home ATTUALITÀ Bonus balconi 2020: a chi spetta, domanda, per quali spese

Bonus balconi 2020: a chi spetta, domanda, per quali spese

Ultimo aggiornamento 09:10

Il Bonus balconi 2020 fa parte dell’ampio provvedimento del Governo denominato bonus facciate, pensato per agevolare i lavori di ristrutturazione di questo tipo.

Non sono in molti a sapere nel dettaglio come funziona il bonus balconi e quali sono i lavori che rientrano nell’agevolazione. In via generale, basti sapere che chi avesse intenzione di rinnovare i propri balconi, potrà richiedere ed aderire al bonus facciate.

Ma quali sono, nello specifico, i lavori inclusi nel bonus balconi 2020? La risposta arriva direttamente dall’Agenzia delle Entrate. Andiamo a vedere quindi tutte le spese che si possono includere nel bonus e come ottenere il beneficio.

Bonus facciate, bonus balconi: quali spese si possono detrarre, come funziona, scadenze, requisiti, come fare domanda

Il bonus facciate consente di detrarre il 90% delle spese sostenute per lavori di rifacimento delle facciate esterne, e non vi sono limiti di spesa. I lavori detraibili sono quelli atti al recupero o restauro della facciata esterna di edifici esistenti, senza distinzione di categoria catastale.

L’aspetto interessante è che il bonus facciate include anche le lavorazioni su balconi, ornamenti, marmi e fregi. Nel dettaglio, l’Aelle Entrate ha chiarito quali sono i lavori di rifacimento inclusi nel bonus.

I lavori detraibili sono i seguenti:

  • interventi di consolidamento e ripristino;
  • pulitura e tinteggiatura della superficie,;
  • rifacimento della copertura del piano di calpestio del balcone;
  • sostituzione dei pannelli in vetro / pareti perimetrali del balcone

Il bonus inoltre copre anche tutti gli altri costi eventuali legati strettamente al tipo di lavoro effettuato. ne spetta anche per gli altri eventuali costi strettamente collegati alla realizzazione degli interventi in questione.

In uno degli ultimi chiarimenti, l’Agenzia delle Entrate ha spiegato anche che il bonus spetta per i lavori sul parapetto in muratura, sulla pavimentazione, oltre che riverniciatura di ringhiere in metallo, rifarcimenti della zona sotto il balcone e del frontalino, tutti interventi nel novero dei lavori sugli elementi costitutivi di un balcone.