Home ATTUALITÀ Bonus rottamazione auto e moto 2020: cos’è, come funziona, a chi spetta,...

Bonus rottamazione auto e moto 2020: cos’è, come funziona, a chi spetta, requisiti, quando e come richiederlo

Ultimo aggiornamento 10:06

Nei giorni della pandemia da Covid-19 e specialmente adesso che siamo entrati nella cosiddetta Fase2 da coronavirus nella quale, a fronte delle diverse riaperture dopo il lockdown a cui siamo stati giocoforza sottoposti per contenere la diffusione del virus, si sta parlando sempre più dei tanti interventi da parte dello Stato volte a sostenere l’economia colpita duramente dalla crisi.

Con il Decreto Rilancio si è particolarmente accentuata l’attenzione e l’attesa relativa ai tanti e diversi bonuscontributi e alle forme di sostegno per famiglie e impreseautonomi da parte delle istituzioni sia nazionali che regionali.

Leggi anche: Bonus trasporti pubblici 2020: cos’è, come funziona, detrazioni, a chi spetta, come richiederlo

Ma a ben vedere in alcuni casi il percorso dei bonus era già in alcuni settori in stato avanzato, e il crescente interesse verso questo ambito non ha fatto che sollecitare processi di adesione e curiosità verso alcune agevolazioni già impostate come quella, ad esempio del cosiddetto bonus rottamazione auto e moto 2020.

Leggi anche: Bonus bici: cos’è e come funziona requisiti, a chi spetta bonus mobilità alternativa

Ma che cos’è il bonus rottamazione auto e moto 2020? Come funziona e a chi spetta?

Bonus rottamazione auto e motorini 2020 cos’è come funziona a chi spetta

Il bonus rottamazione auto e moto 2020, che fa riferimento al cosiddetto decreto Clima prevede la concessione di un particolare bonus mobilità per chi rottama auto e motorini.

Nella fattispecie, tra le novità legge di Bilancio 2020, implica un sostegno per la rottamazione auto e moto, quale misura operativa verso il Green new deal, inserito nel piano di governo M5s e Pd.

aggiornamento ore 00.54

Già nel 2019 era prevista l’introduzione di un incentivo nella modalità di bonus mobilità di 1.500 euro è per chi rottama una auto fino a Euro 3  e 500 per chi rottama una moto Euro2 e Euro3 a due tempi, entro dicembre 2021.

Dunque ora andiamo a vedere il bonus rottamazione auto e moto cos’è e come funziona, e ovvio a chi spetta e quando è possibile avviare le pratiche.

Cos’è il bonus rottamazione auto e moto 2020: requisiti e tempistiche

Il bonus rottamazione auto e moto è il nuovo sostegno che il governo Conte intende introdurre con il Decreto legge per il contrasto dei cambiamenti climatici e la promozione dell’economia verde.

Dunque si parla di un bonus per chi rottama un’auto di classe Euro 03 o una moto fino alla classe Euro2 e Euro3 a due tempi.

Ma il bonus da 1.500 euro o da 500 euro in caso di moto non spetterà a tutti: solo a coloro che risiedono in una delle Città Metropolitane delle zone più inquinate, e si potrà usare non per comprare un’altra auto ma come buono mobilità per mezzi pubblici o car sharing. La durata del buono è di 3 anni.

Leggi anche: Decreto Rilancio è in Gazzetta Ufficiale, ecco quando arrivano bonus e contributi

aggiornamento ore 4,34

Decreto Clima 2020: bonus mobilità per chi fa rottamazione auto e motorini

Dunque in linea di principio secondo le direttive istituzionali sarebbe prevista:

  • l’introduzione di un bonus rottamazione auto e moto a partire dal 2020 per chi rottama una auto fino a Euro 03 o moto fino alla classe Euro2 e Euro3 a due tempi;
  • L’importo del bonus di 1.500 euro per chi rottama l’auto e 500 euro per chi rottama la moto.
  • bonus spettante solo ai residenti delle Città metropolitane delle zone più inquinate, quelle interessate da procedure d’infrazione Ue;
  • Il bonus non è in funzione dell’acquisto di auto nuove ed è utilizzabile in 3 anni a condizione di non comprare nei 2 anni successivi un’auto “non a basse emissioni”.
  • il bonus mobilità può essere speso per acquistare biglietti per i mezzi pubblici, biciclette elettriche, car sharing e dura un triennio.

aggiornamento ore 10.06