BRINDISI – LITE FAMILIARE PER MOTIVI ECONOMICI TRA PADRE E FIGLIO DEGENERA: AL CULMINE DELL’ENNESIMO DIVERBIO IL GENITORE SPARA ED UCCIDE IL 33ENNE

    1396123222-morte-di-biagio-savarese-l-asp-l-ambulanza-non-e-mai-stata-soppressa.jpg (1000×665)

    Una brutta storia, di quelle che lasciano l’amaro in bocca perché, per cultura, siamo abituati a pensare la famiglia come ‘il nido’, una sorta di rifugio sicuro dove riparare dalle difficoltà dalla vita. E dunque apprendere di un padre che uccide il proprio figlio (ma accade anche il contrario), desta impressione. E’ accaduto la sera di ieri a Latiano (Brindisi) dove, al termine di un violento diverbio, un uomo ‘ha pensato bene’ di porre fine alla questione sparando al figlio 33enne. A monte di tali, continue e violente discussioni tra i due, hanno commentato alcuni conoscenti, le pressanti richieste di denaro del giovane. I carabinieri, che hanno ammanettato il padre, con il pm di turno stanno ora cercando di capire perché una famiglia sia stata distrutta da motivazioni apparentemente così assurde.

    M.