Campidoglio rimodulazione orario della domenica ecologica

    Ultimo aggiornamento 00:00

    Il 2 dicembre si è tenuta la seconda domenica ecologica al Campidoglio. Rimodulato l’orario del blocco pomeridiano nell’ambito di una iniziativa progettuale e di preziosa lungimiranza strategica che mira a potenziare il percorso ecologico nel rispetto altresì di una viabilità che non può indubbiamente essere messa complessivamente sotto scacco in una città di assoluta importanza come lo è per l’appunto la capitale d’Italia.

    Domenica 2 dicembre dunque è tornato il divieto totale della circolazione con il secondo appuntamento della domenica ecologica.
    Il tema della domenica ecologica è molto sentito all’interno della amministrazione cittadina.
    Il provvedimento della domenica ecologica della Giunta capitolina è stato indubbiamente pensato principalmente per contenere le emissioni inquinanti e contribuire a sensibilizzare la cittadinanza sul tema della qualità dell’aria e ad un uso responsabile delle fonti energetiche. L’iniziativa prevede il divieto totale della circolazione ai veicoli dotati di motore endotermico, nella ZTL “Fascia Verde” del PGTU. La limitazione è estesa anche agli autoveicoli ad accensione spontanea (diesel) Euro 6. La sindaca Virginia Raggi, ha stabilito con una ordinanza una rimodulazione dell’orario di limitazione della circolazione veicolare per la prossima domenica ecologica del 2 dicembre. Il blocco del traffico sarà efficace nelle fasce orarie 7.30-13.00 e 15.00-18.30.  La misura è stata adottata per garantire l’accesso e il deflusso dallo stadio Olimpico, dove è in programma una partita che prevede un considerevole afflusso di pubblico. 

    L’assessorato alla Mobilità e i relativi uffici dipartimentali provvederanno al potenziamento del Trasporto Pubblico Locale durante la giornata di blocco totale ed in particolare durante le fasce orarie di interdizione. La Polizia Locale di Roma Capitale dovrà provvedere alla vigilanza al fine di garantire l’osservanza del provvedimento di limitazione della circolazione da parte della cittadinanza.

    L’assessorato all’Ambiente promuoverà il coinvolgimento dei Municipi affinché realizzino iniziative volte a sensibilizzare la popolazione sul tema della qualità dell’aria e dei suoi effetti sulla salute e sull’ambiente, con particolare riferimento alla mobilità sostenibile e all’utilizzo più responsabile delle fonti energetiche (es. riscaldamenti per uso civile).