Cerveteri, successo per la festa dell’albero

    Ultimo aggiornamento 00:00

    A Cerveteri si registra un grande successo per il primo appuntamento della Festa dell’Albero alla grande Quercia.
    Una preziosa iniziativa che, nell’ambito del percorso che un po’ in tutte le comunità viene portato avanti in nome della ormai rinomata festa dell’albero, ha fatto di Cerveteri uno dei comuni più attivi in tal senso, e lieto di raccoglierne gli importanti frutti.
    Per il secondo appuntamento con la festa dell’albero bisogna attendere martedì 27 novembre alle ore 10.00 a Cerenova.
     Intanto come tradizione consolidata si è svolta presso la Quercia secolare di Piazza Almuneacar a Cerveteri la festa dell’abero, organizzata dall’Associazione di Volontariato Scuolambiente con la Presidente Maria Beatrice Cantieri, insieme all’Assessorato alle Politiche Ambientali del Comune di Cerveteri, il Gruppo Comunale di Protezione Civile di Cerveteri e la Croce Rossa Italiana.
    Interessati e vivamente coinvolti i bambini delle classi prime della Scuola Primaria Giovanni Cena, chiamati quest’anno a rendere ancora viva questo appuntamento tradizionale del periodo di Novembre a Cerveteri.
    “L’Associazione Scuolambiente rappresenta oramai un punto di riferimento nelle nostre scuole – ha dichiarato Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri – ogni anno con passione e amore per l’ambiente portano tra i più piccoli tanti progetti e iniziative legate al nostro ambiente e alla tutela del nostro eco-sistema. Tra le tante, anche la Festa dell’Albero, una tradizione che si ripete anche quest’anno. Il secondo appuntamento con la Festa dell’Albero è quello di martedì 27 novembre alle ore 10.00, quando i volontari Scuolambiente saranno con i bambini della Scuola dell’Infanzia Marina di Cerveteri per la messa a dimora e l’adozione di nuovi arredi arborei. Ad intrattenere i più piccini, ci sarà la simpatia e la stravaganza del Clown Armando. I miei complimenti, e quelli dell’Amministrazione comunale tutta, vanno a Scuolambiente e a tutti i docenti che da anni seguono con passione queste iniziative così formative per i nostri ragazzi”.