Home ATTUALITÀ Codogno, nasce la ‘telescuola’ per gli alunni costretti a casa

Codogno, nasce la ‘telescuola’ per gli alunni costretti a casa

Ultimo aggiornamento 17:13
A view of a desert Codogno, one the northern Italian towns placed under lockdown due to the new coronavirus outbreak, 23 February 2020. Two deaths from the new coronavirus sparked fears throughout northern Italy on Saturday, as about 50,000 people were poised for a weeks-long lockdown imposed by authorities trying to halt a further increase in infections. Italy on Friday became the first country in Europe to report the death of one of its own nationals from the virus, triggering travel restrictions on about a dozen towns where the number of people contaminated has continued to rise. ANSA / Andrea Fasani

L’emergenza coronavirus ha messo in ginocchio il paese, almeno per quanto riguarda il nord Italia. Intere zone costrette alla quarantena, di conseguenza libertà limitata, così come la possibilità di recarsi in luoghi pubblici. Tra questi, ovviamente, anche la scuola.

Sono diverse migliaia i bambini e i ragazzi costretti a casa a causa dell’emergenza, che gli sta impedendo di frequentare le normali lezioni. Per questo il comune di Codogno, quello più colpito dal coronavirus, sta prendendo le contromisure per permettere ai ragazzi di seguire le lezioni.

Parte la telsescuola

Se l’emergenza coronavirus e la conseguente quarantena vigente a Codogno dovesse prolungarsi anche per le prossime settimane, il comune è pronto a permettere agli alunni di seguire le lezioni anche da casa, attraverso la telescuola.

L’istituto comprensivo che fa capo alle diverse scuole ha emesso un comunicato per spiegare l’iniziativa: “A breve partirà la ‘telescuola’ o scuola a distanza, la scuola vuole dare alla comunità un segnale di stabilità, di sicurezza e di ottimismo e cercare di trasformare queste giornate in un’opportunità per riflettere, sistematizzare, elaborare, leggere e approfondire argomenti proposti in classe o esplorare altri aspetti didattici, anche e soprattutto con modalità a distanza”, si legge nella nota.