Home ATTUALITÀ BREAKING NEWS Coprifuoco a ‘scalare’, ristoranti al chiuso, matrimoni, sale giochi, e centri commerciali:...

Coprifuoco a ‘scalare’, ristoranti al chiuso, matrimoni, sale giochi, e centri commerciali: ecco le novità

CONTROLLI FORZE DELL'ORDINE PER RISPETTO ZONA ROSSA E COPRIFUOCO CARABINIERI VOLANTE CONTROLLI CENTRO DI ROMA DESERTO POSTO DI BLOCCO

Dunque, come premesso in un precedente articolo, la Cabina di regia, che ha da poco terminato la riunione circa le nuove regole da seguire, sarà la gradualità a gestire il ventaglio del ritiro alla normalità, esattamente così come auspicato dal premier Draghi il quale, nel fissare la cosiddetta ‘roadmap delle riaperture’ (prossimo a finire ne Cdm), si valuterà l’andamento della situazione epidemiologica del Paese.

COPRIFUOCO – E’ dunque passata la proposta avanzata dal Capo del governo: dove prevale la zona gialla il ‘tutti a casa’ sarà posticipato da subito alle ore 23 (in coincidenza del dl), quindi alla mezzanotte dal 7 giugno, per poi giungere alla totale abolizione dal 21 giugno, quando sarà finalmente rincasare senza limiti orari prefissati.

Per le zone bianche invece niente coprifuoco e, considerando che di qui a pochi giorni la maggior parte delle regioni dovrebbero passare automaticamente in ‘bianca’…

FINALE DI COPPA ITALA – Coincidendo ancora con le 22, è allo studio una deroga al coprifuoco in occasione della finalissima di Coppa Italia a Reggio Emilia, per i tifosi di Atalanta e Juventus. Probabilmente sarà il biglietto della gara a fingere da ‘pass’ per sforare il divieto.

IL COLORE DELLE REGIONI – Con il miglioramento della situazione contagi  e grazie al crescente numero di vaccini – cambiano anche i parametri di valutazione (passando da 21 a 12), che determinano i colori delle zone e le relative restrizioni legate al Covid. Saranno dunque non tanto l’Rt, quanto invece l’incidenza dei contagi, ed il  il tasso di ospedalizzazione e di saturazione delle terapie intensive ad incidere sulle decisioni in merito ai colori.

RISTORANTI AL CHIUSO – Al via finalmente con i ristoranti anche al chiuso dall’1 giugno ristoranti,’per ora’ fino alle 18. Tuttavia si continuerà a ‘discutere’ sulla la proposta per il servizio al chiuso anche di sera.

CENTRI COMMERCIALI – Ok anche alla riapertura dei centri commerciali nel week-end, a partire dal prossimo 22 maggio.

MATRIMONI – Tutti pronti con il riso: tornano finalmente anche i matrimoni, per il ritorno alla vita del penalizzato settore del wedding. Le feste, comprese quelle dopo cerimonie civili e religiose, ripartiranno dal 15 giugno, anche al chiuso. Attenzione però, perché agli ospiti verrà richiesto il pass e il Cts avvierà ulteriori approfondimenti sul numero massimo degli invitati.

PARCHI TEMATICI E LUNAPARK – Si è deciso di anticipare al 15 giugno l’apertura dei parchi tematici e dei lunapark.

IMPIANTI DI RISALITA – Per gli amanti della alture, al via dal 22 maggio la riattivazione degli impianti di risalita in montagna:

SALE GIOCHI E BINGODall’1 luglio, per chi ci crede, sarà nuovamente possibile tornare a tentare la fortuna nelle sale giochi, e al bingo. Contemporaneamente, torneranno anche i corsi di formazione in presenza, così come le attività dei centri sociali e culturali.

SALE DA BALLO – Purtroppo per il momento resta ancora in sospeso la riapertura sia delle sale da ballo che delle discoteche, tuttavia, confidiamo nel miglioramento generale della situazione sanitaria nel Paese di qui a poche settimane.

PALESTRE E PISCINE – Sul tavolo del Cdm giace in attesa di una ‘pronuncia’ la proposta di anticipare al 24 maggio le riaperture delle palestre e, dal 1 luglio, delle piscine al chiuso, così com per i centri benessere. In tal senso si sta pensando di adottare l’ipotesi di un pass da esibire dopo la prima dose di vaccini.

Max