Home ATTUALITÀ BREAKING NEWS Coronavirus, altri 28mila nuovi contagi (non ‘malati’), e altri 353 decessi. Il...

Coronavirus, altri 28mila nuovi contagi (non ‘malati’), e altri 353 decessi. Il Lazio torna a crescere

Ultimo aggiornamento 18:28

Non sono certo pochi i 182.287 tamponi effettuati nel Paese nelle ultime 24 ore e, di contro, altrettanto numerosi nuovi contagi emersi, ben 28.244. Attenzione, come ripetiamo ogni giorno, un positivo non è da considerare come un malato, tutt’altra storia. Questo tanto per stemperare’ un allarmismo che sta sfiorando un panico eccessivo.

Dall’inizio dell’emergenza effettuati in Italia oltre 16 milioni di tamponi

Complessivamente, dall’inizio dell’emergenza sono stati eseguiti in Italia ben 16.285.936 tamponi mentre, ad oggi, il numero dei casi registrati è di 759.829

Regioni, purtroppo è sempre la Lombardia quella messa peggio, Il Lazio torna a crescere…

Premesso che ormai nessuna regione può vantare zero contagi, è sempre la Lombardia la regione maggiormente colpita, da per ha infatti registrato altri 6.804 nuovi positivi. Segui quindi il Piemonte (3.169), la Campania (2.971), e la Toscana (2.336). Tornano invece a salire i contagi nel Lazio, che oggi ‘vanta’ +2.205 nuovi casi (1.132 dei quali solo nella Capitale). In totale, dieci le regioni soprano i mille casi mentre, Val d’Aosta e Molise si mantengono invece sotto solo i cento casi.

Da ieri altri 353 nuovi decessi. In totale, ad oggi sono stati 39.412

E’ vero che, come comunica il ministero della Salute, oggi si registra un’impennata di vittime, +353 (che portano così a 39.412 il totale dei decessi dall’inizio dell’emergenza) ma, questo non sta certo a significare che attualmente la situazione sia peggio o paragonabile a quanto accaduto lo scorso marzo.

Attualmente nelle terapie intensive vi sono 2.225 pazienti, numero ancora ‘contenibile’

Intanto continuano a crescere i nuovi ingressi nelle terapie intensive, con altri 203 pazienti nelle ultime 24 ore. Attualmente in Italia sono 2.225 le persone costrette alla ventilazione meccanica, tantissime, ma all’interno di una situazione fortunatamente ancora gestibile dai sanitari…

Oltre 21mila i ricoverai negli ospedali, i medici: il 70% potrebbe curarsi in casa

Intanto negli ospedali da ieri sono stati ricoverati altri 1.274 pazienti, che portano così a 21.114 l’elenco degli ‘allettati’, Qui bisognerebbe aprire un capitolo a parte perché, come denunciato da diversi medici, almeno il 70% di quanti ricoverati potrebbero in realtà essere tranquillamente curato nelle loro case…

Quasi 400mila isolati in casa mentre, i guariti, da ieri sono stati oltre 6mila

Case dove, per effetto dell’isolamento domiciliare, in questo momento stanno scontando la ‘quarantena’ ben 394.803 italiani (+20.153 in più da ieri).

Fortunatamente però, nel frattempo (da ieri) ci sono da segnalare ben 6.258 tra dimessi e guariti.

Nelle ultime 24 ore sono stati censiti anche nuovi 28.244 positivi (non ‘malati’), che han così raggiunto quota 418.142.

Ecco nel dettaglio la situazione nelle regioni italiane

bollettino

Max