Home CRONACA MONDO Coronavirus, Cina: 33 nuovi casi e 29 morti

Coronavirus, Cina: 33 nuovi casi e 29 morti

Ultimo aggiornamento 07:41

Non si argina, non ancora abbastanza almeno, l’emergenza coronavirus in Cina. Il rinomato virus che proprio dal paese asiatico ha iniziato a diffondersi in tutto il mondo continua a far registrare ulteriori nuovi contagi e a mietere vittime.

Stando a quanto emerge, il virus, in Cina in queste ora ha  fatto registrare ulteriori 433 nuovi casi e 29 morti. Nello stesso momento, però, le autorità e gli esperti sanitari sembrano comunque tracciare una linea di ottimismo: dal momento che si tratta del numero di  decessi ai minimo da gennaio.

Inoltre, quasi tutti, sono stati registrati nel focolaio noto dell’area di Hubei.

Coronavirus, Cina: 33 nuovi casi e 29 morti. Numero decessi minimo da Gennaio a oggi

La Cina ha registrato nella giornata di ieri ben 433 nuovi casi di infezione da coronavirus e 29 nuovi morti, ma questi sono i numeri ‘minimi da Gennaio’. Lo ha detto la Commissione sanitaria nazionale (Nhc) nel suo atteso dispaccio quotidiano che viene redatto per aggiornate sullo stato della crisi.

aggiornamento ore 1,32

Nel dettaglio la Commissione sanitaria nazionale ha precisato che nella provincia dell’Hubei, epicentro dell’epidemia, le infezioni nuove e accertate sono state 409 e i decessi 26.

Tra i 29 morti di ieri, considerati statisticamente i minimi da un mese a questa parte, oltre ai 26 dell’Hubei, se ne è registrato uno a Pechino e uno a testa nelle aree di Heilongjiang ed Henan.

Sempre nella giornata di Mercoledì, poi, stando alle comunicazioni ufficiali, sono stati registrati 508 casi sospetti e la guarigione di 2.750 persone che sono state pure dimesse dagli ospedali. Il tutto fa un totale di 32.495.

aggiornamento 5,31

Nello stesso tempo, i pazienti in condizioni gravi sono andati in riduzione, per un ammontare pari a 406 unità, assestandosi dunque sulle 8.346.
I contagi ufficializzati nel Paese sono dunque balzati a 78.497 e di questi 2.744 sono stati causa di morte. La Commissione sanitaria nazionale ha poi chiarito che 2.358 soggetti sono ancora sospettati di essere infetti.

aggiornamento ore 8,41