Home POLITICA ESTERI Coronavirus, nuovo record: 52mila contagi in un giorno negli Stati Uniti

Coronavirus, nuovo record: 52mila contagi in un giorno negli Stati Uniti

Superati per la prima volta 50mila contagi in un giorno. Si teme una seconda ondata

Ultimo aggiornamento 09:58
BANDIERA AMERICAMA USA STATI UNITI D'AMERICA

Ieri, mercoledì 1 luglio, si è registrato un nuovo e preoccupante record di contagi negli Stati Uniti: 52.892mila solo nelle ultime 24 ore. È la prima volta dall’inizio della pandemia da Covid-19 che si superano i 50mila casi in un giorno.

Il coronavirus ha ripreso a diffondersi molto velocemente in otto stati: Alaska, Arizona, Georgia, Idaho, Oklahoma, South Carolina, Texas e California. Gavin Newsom, governatore della California, ha ordinato a bar e ristoranti di chiudere le attività all’interno e di servire i clienti solo all’esterno del locale. In 19 contee sono stati richiusi cinema e musei. Si teme una seconda ondata del virus e la chiusura delle attività non essenziali, deleteria per i lavoratori e per l’economia del paese.

Solo ieri il virologo Anthony Fauci, membro della task force anti Covid-19 della Casa Bianca, si era detto “molto preoccupato“: “Così Rischiamo di raggiungere 100mila casi al giorno”

Il presidente Donald Trump però fa orecchie da mercante. In un’intervista alla Fox ha affermato che la sua amministrazione sul coronavirus “ha fatto bene”.

Ha poi aggiunto che in ogni caso non renderà l’uso della mascherina obbligatorio perché sarebbe “una violazione delle libertà della persona”, ma ha consigliato agli americani di indossarla “se così si sentono tranquilli”.

Mario Bonito