Home BENESSERE Coronavirus, pazienti guariti segnalano strani dolori dopo mesi

Coronavirus, pazienti guariti segnalano strani dolori dopo mesi

Ultimo aggiornamento 14:40

I medici sono rimasti sconcertati dopo che diversi pazienti con coronavirus hanno riportato dolori strani, problemi ai polmoni e problemi psicologici, mesi dopo il recupero.

Il team di Bnei Brak, la prima clinica della comunità israeliana, afferma che i rapporti destano preoccupazione per gli effetti a lungo termine di Covid-19.

Parlando al Times of Israel, Eran Schenker, direttore della clinica, ha dichiarato: “Può apparire nelle braccia, nelle gambe o in altri luoghi in cui il virus non ha un impatto diretto e se chiedi del livello di dolore su una scala da 1 a 10, può essere 10, con persone che dicono di non riuscire a dormire. È qualcosa che stiamo iniziando a vedere molto di più nell’ultima settimana“.

Coronavirus, gli effetti a lungo termine del Covid 19: cosa dicono gli studi

Secondo Schenker, il coronavirus sta causando insoliti schemi di recupero che di solito non si vedono. Mentre si prevedono in qualche modo effetti a lungo termine per i pazienti con coronavirus che necessitano di ventilazione, i ricercatori affermano che non esiste alcuna correlazione tra la gravità della malattia e l’entità dei sintomi post-assestamento.

Parlando al Times of Israel, il professor Gabriel Izbicki, direttore del Pulmonary Institute di Shaare Zedek, ha dichiarato: “All’interno dei sintomi che abbiamo verificato, abbiamo rivelato debolezza generale nella maggior parte dei pazienti, affanno, respiro corto, tosse sostenuta, altre respirazioni complesse e problemi polmonari.

Il professor Izbicki ha aggiunto che anche lui ha visto pazienti con strani dolori durante il loro recupero. “Gli antidolorifici bloccano il dolore ma non alleviano la fonte, ma non sappiamo come affrontare la fonte e non puoi stare con gli antidolorifici per il resto della tua vita“.

Nel frattempo, i ricercatori hanno anche visto diversi pazienti soffrire degli effetti psicologici di Covid-19. Schenker ha dichiarato: “È incredibile quante persone siano tornate al lavoro ma quando siedono per un’ora sentono ansia, si sentono insicure e talvolta le persone soffrono di depressione al di là di ciò che facciamo.