Home ATTUALITÀ Covid, Briatore: “Affrontiamo il virus, ma senza isteria”

    Covid, Briatore: “Affrontiamo il virus, ma senza isteria”

    Ultimo aggiornamento 14:33
    FLAVIO BRIATORE IMPRENDITORE

    Flavio Briatore ha sconfitto il Covid e torna a parlare. Lo fa con la consapevolezza di chi ha superato una battaglia importante, dura. Ma anche con la voglia di testimoniare la sua esperienza, per evitare, come li ha definiti lo stesso imprenditore, facili isterismi. Il patron del Billionaire ha parlato del suo percorso di guarigione dal virus attraverso un video pubblicato sulla sua pagina Facebook.

    “Sono tornato a casa e la prima cosa a cui penso sono i malati di Covid, a cui auguro di uscire nel più breve tempo possibile dalla malattia, come ne sono uscito io. Non voglio minimizzare la malattia, voglio solo raccontare cosa mi è successo”, dice Briatore, apparso sorridente e in salute.

    “lo scorso anno sono stato male per una polmonite”

    Briatore ha poi svelato di essere stato ricoverato per diversi giorni lo scorso anno per una polmonite: “Lo scorso anno sono stato molto male, ho avuto una polmonite e sono stato ricoverato anche in quel caso al San Raffaele. Vi garantisco che sono stato malissimo. Quello che ho vissuto in questi 24 giorni non ha nulla di paragonabile: non voglio banalizzare, ma la mia esperienza è questa. Sono stato 3-4 giorni in ospedale e poi sono stato seguito a casa di Daniela Santanchè. Voglio parlare della mia esperienza, ho capito che il Covid può essere sconfitto e non bisogna alimentare fobie e isteria collettiva che porterebbe ad una distruzione sociale. Ci possono essere comportamenti superficiali, ma non bisogna lanciare la caccia all’untore.

    Il primo passaggio fondamentale è affidarsi ad un medico che ha curato altri positivi, non solo a chi va a dibattere in tv alimentando polemiche inutili. Bisogna affidarsi a gente vera, che ha intubato pazienti e ha visto soffrire. Si può guarire dalla malattia, che ci rende vulnerabili. Ma si può guarire: sono stato male due giorni, per il resto molto meno di una polmonite”, ha concluso Briatore.