Home ATTUALITÀ Covid, Locatelli: “Alcuni dati allertanti, necessario mantenere rigorosa attenzione”

    Covid, Locatelli: “Alcuni dati allertanti, necessario mantenere rigorosa attenzione”

    FRANCO LOCATELLI PROFESSORE

    Mentre il governo studia il nuovo calendario di restrizioni dal 7 al 15 gennaio, Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità (Css), mette in guardia sui possibili rischi di una curva che fatica a scendere: “I dati ci dicono che esiste ancora purtroppo una circolazione sostenuta di Sars-Cov-2 nel Paese”, ha detto ad agorà su Rai 3.

    Spiega poi Locatelli: “E’ stata questa la ragione che ha poi portato ad adottare tutta quella serie di provvedimenti che hanno caratterizzato il periodo delle vacanze natalizie fino a queste ore e al prossimo fine settimana sostanzialmente”.

    I numeri del contagio hanno frenato la discesa, per questo è necessario mantenere alta la guardia, spiega il presidente del Css: “E’ chiaro che vedere una percentuale di tamponi positivi che è risalita a due cifre, addirittura fino al 17% in una giornata, deve allertare”.

    Conclude Locatelli: “Così come deve allertare anche l’osservazione che la riduzione del numero di posti occupati nelle aree mediche piuttosto che nelle terapie intensive non è più quella che vedevamo nelle giornate scorse. Tutto questo deve indirizzarci verso il mantenimento rigoroso di un’attenzione che è anche alla base delle decisioni che sono state prese nelle ultime ore”.