Home ATTUALITÀ BREAKING NEWS Covid, l’Oms: “Il virus potrebbe essersi replicato a seguito di un incidente....

Covid, l’Oms: “Il virus potrebbe essersi replicato a seguito di un incidente. Dobbiamo indagare ancora”

TEDROS ADHANOM GHEBREYESUS DIRETTORE GENERALE OMS WHO

Non è stata scritta la parola fine nell’indagine su come tutto è cominciato. L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) chiede ulteriori studi e dati sull’origine del coronavirus Sars-CoV-2 che ha fatto scoppiare la pandemia ancora in corso, e ribadisce che ogni ipotesi resta aperta. Questa relazione è un inizio molto importante, ma non è la fine”.

Così oggi Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’agenzia Onu per la salute, in merito al rapporto sull’ispezione condotta da un team internazionale di esperti a Wuhan, laddove è partito tutto.

Oms: “Trovare l’origine di un virus richiede tempo, ma lo dobbiamo al mondo”

Come ha rimarcato il numero uno dell’Oms, ”Non abbiamo ancora trovato la fonte del virus e dobbiamo continuare a seguire la scienza e non lasciare nulla di intentato“. Del resto, ha aggiunto, ”Trovare l’origine di un virus richiede tempo, ma lo dobbiamo al mondo. Dobbiamo trovare la fonte in modo da poter intraprendere collettivamente misure per ridurre il rischio che ciò accada di nuovo. Nessun singolo viaggio di ricerca può fornire tutte le risposte“.

Oms: “Il virus potrebbe esser entrato nella popolazione umana a seguito di un incidente”

Dal canto suo, non trascurando il minimo elemento, spiega ancora Ghebreyesus a margine del report appena ricevuto, ”Il team di esperti inviati in Cina dall’Oms, ha visitato diversi laboratori a Wuhan nelle varie tappe del suo viaggio sul campo e ha considerato la possibilità che il virus sia entrato nella popolazione umana a seguito di un incidente di laboratorio. Tuttavia, non credo che questa valutazione sia stata sufficientemente ampia. Sebbene il team abbia concluso che una perdita di laboratorio è l’ipotesi meno probabile”. Ovviamente, ha osservato “questo aspetto richiede ulteriori indagini, potenzialmente con missioni aggiuntive che coinvolgano esperti specializzati, che sono pronto a schierare“, ha rimarcato il presidente nell’ambito del briefing degli Stati membri.

Oms: “”Necessari ulteriori dati e studi per giungere a conclusioni più solide”

Dunque, ha infine concluso il presidente, lasciando intendere che non sono escluse altre ‘missioni ispettive’, ”Saranno necessari ulteriori dati e studi per giungere a conclusioni più solide”.

Max