Home ATTUALITÀ BREAKING NEWS Covid, paura a Civitavecchia per i marittimi della Costa crociera positivi: uno...

    Covid, paura a Civitavecchia per i marittimi della Costa crociera positivi: uno ha girato in città

    Ultimo aggiornamento 16:40

    In realtà, anche se i numeri che quotidianamente il ministero della Salute comunica alla Protezione civile in fatto di nuovi contagi, non preoccupa tanto per la situazione ‘interna’ la Paese, quanto invece per la forte incidenza dei cosiddetti ‘contagi di ritorno’, o parti da cittadini extracomunitari.

    Ad esempio, nel grande porto laziale di Civitavecchia, attualmente vi sono due delle maxi navi da crociera della Costa, costrette all’isolamento per tre casi di contagio conclamati.

    Il vice sindaco Grasso: “Due marittimi filippini i positivi”

    Come spiega il vicesindaco della cittadina portuale, Massimiliano Grasso, “Al momento nel porto di Civitavecchia ci sono due delle cinque navi da Crociera che sono ferme, la Costa Deliziosa e la Costa Favolosa in stato di isolamento. Nella prima già sabato scorso si è registrato il caso di un marittimo positivo, diventati due come poi annunciato ieri dalla Regione Lazio. Entrambi di origine filippina sarebbero arrivati a Fiumicino alcuni giorni prima per prendere parte dell’equipaggio in previsione della ripartenza. Risultati positivi, sono stati trasferiti allo Spallanzani. La situazione, in questo caso specifico, non desta particolare preoccupazione perché i due, essendo arrivati dall’estero, erano già in auto isolamento e dalla nave sono stati portati direttamente all’ospedale. Tant’è che fino a sabato la nave pare avesse la libera pratica sanitaria”.

    Grasso: “Uno di loro potrebbe aver girato in città”

    “Diverso, invece – puntualizza – il caso della nave Costa Favolosa, il cui membro dell’equipaggio risultato positivo, sempre di origine filippina, pare fosse a bordo da diverso tempo e quindi libero come gli altri di circolare nella città di Civitavecchia più giorni della settimana“. Ed è questa la notizia che ha fatto rizzare le orecchie agli abitanti della cittadina: nei negozi, tra la gente, serpeggia infatti il terrore che questo possa far tornare Civitavecchia in emergenza.

    Grasso: “Per Civitavecchia le crociere sono un reddito”

    D’altronde, ammette sconsolato il vice sindaco, ”La presenza delle navi è una fonte di ottimismo e reddito per quello che è il principale porto del Mediterraneo per le crociere, adesso si stava aspettando la ripartenza. E chiaro che episodi del genere possono complicare la situazione ma durante tutta l’emergenza e anche adesso – conclude Grasso – ogni cosa è stata gestita nel migliore dei modi”.

    Max