Home POLITICA POLITICA ITALIANA Di Maio a Bruxelles per ‘sensibilizzare’ l’Ue sulla Libia

Di Maio a Bruxelles per ‘sensibilizzare’ l’Ue sulla Libia

Ultimo aggiornamento 19:37

Mentre nel mondo in primo piano si è prepotentemente stagliata la brutta ed inquietante vicenda che vede contrapposti Iran e Stati Uniti, anche nel ‘nostro piccolo’ la politica estera inizia a ‘pesare’ e, come vedremo, manco poco. Ora, senza entrare nello specifico della ‘nostra’ politica estera, indubbiamente portata avanti con una mediocrità senza precedenti, l’affair Libia ha assunto toni ‘importanti’, se non proprio drammatici, ed è tempo di tentare di recuperare – per quanto possibile – un’immagine sulla scena europea, che non abbiamo più. Così stamane Di Maio, titolare della Farnesina, ha annunciato che “La situazione sul terreno in Libia è molto delicata, ma questo non significa che l’Ue debba restare immobile. Ne ho parlato ieri sera a Roma con l’alto rappresentante per le politiche Ue, Josep Borrell, con il quale abbiamo affrontato anche il dossier iraniano. Fra poco sarò a Bruxelles – anticipa quindi il ministro italiano – per un vertice straordinario insieme ai miei omologhi europei di Francia, Germania, Gran Bretagna e con lo stesso Borrel. Fino all’ultimo abbiamo provato con la missione in Libia, ma dopo l’attacco all’Accademia militare, che abbiamo condannato con forza, sono ovviamente venute a mancare le condizioni di sicurezza”. Tuttavia, tiene a sottolineare ancora Di Maio, “Continuiamo tutti a ritenere che non esista alcuna soluzione militare e ne discuteremo oggi in sede Europea. Come Italia, abbiamo peraltro ottenuto che al Consiglio Affari Esteri di venerdì si parli, oltre che di Iran, anche di Libia, che per noi è la priorità. L’Ue questa volta, dimostri di saper fare l’Ue”.
Max