Home BENESSERE SALUTE Dottor Mariano Amici: “Colleghi medici alzate la testa”

Dottor Mariano Amici: “Colleghi medici alzate la testa”

Ultimo aggiornamento 09:28

Il Dottor Mariano Amici, medico di base di Ardea (Roma), prosegue la sua battaglia contro le “imposizioni” del Governo che stando al suo ultimo post pubblicato su Facebook “vanno contro ogni fondamento scientifico, deontologico, etico e morale”.

Ecco le parole del medico per introdurre il pensiero del veterinario Paolo Garbelli: “Da medico trovo paradossale che a condividere le mie prese di posizione a tutela della salute pubblica sia un veterinario e non l’intera classe medica ben pensante. Vi riporto quanto mi scrive il Dott. Paolo Garbelli, veterinario, che sintetizza in poche parole quello che da molto tempo cerco di spiegare anche per risvegliare le coscienze dei colleghi medici!”.

Dottor Paolo Garbelli: “L’atteggiamento del Governo circa la difesa e il contenimento delle malattie infettive è tragicomico”

Dottor Paolo Garbelli
Dottor Paolo Garbelli

“L’atteggiamento del governo circa la difesa e il contenimento delle malattie infettive” – scrive il Dottor Garbelli – “oltre quelle metaboliche e quelle di origine ambientale è letteralmente tragicomico! Infatti è l’istituto superiore di sanità che detta le linee guida circa i protocolli terapeutici e le norme in cui i medici si devono muovere, anche per la prevenzione”.

”Per parlare di attualità citiamo la PANDEMIA DA SARS COV 2. Bene, vi sono stati morti e terapie inadeguate. Ma la prevenzione dov’è? Nel distanziamento sociale e nella mascherina o nel trovare i positivi al tampone? Trovo tali mezzi molto inadeguati e insufficienti. Infatti la medicina si basa anche sullo studio del sistema immunitario delle persone e degli animali. Esso si può mantenere efficiente o può scadere, come tutti i sistemi o apparati dell’organismo”.

CONTINUIAMO A FAR MATURARE LE COSCIENZE. COLLEGHI MEDICI ALZATE LA TESTA! …

Geplaatst door Mariano Amici op Vrijdag 14 augustus 2020

”È ben chiaro che chi si è ammalato di coronavirus aveva dei deficit al sistema immunitario e/o patologie croniche importanti. Questo ormai è certo. Ma cosa si sta facendo per aumentarne la buona funzione? Niente! Il governo propone solo il vaccino che, oltre ad essere enigmatico in tutte le sue caratteristiche, va a stimolare artificialmente una parte del sistema immunitario senza interessare gli altri settori del sistema stesso (es. l’immunità innata)”.

”Senza dimenticare che il vaccino abbassa le difese immunitarie, seppur momentaneamente, e forse riduce la possibilità di ammalarsi di quel tipo di germe mentre lo stimolo immunitario, con rimedi biologici, fa in modo che si diventi molto meno recettivi nei confronti di moltissimi microrganismi, tossine ed inquinanti!”.

”Tutti gli studi, corposi, e ben pubblicati che spiegano come irrobustire le difese sono relegati all’oblio o all’iniziativa di pochi medici, considerati peraltro dei visionari, che cercano il bene dei pazienti senza nuocere e che sono svincolati dai rigidi protocolli ministeriali, a volte rischiando. Circolano proposte di vaccinare contro l’influenza per poter differenziare un’infezione da covid: ciò, oltre che essere una follia medica, rende i vaccinati più sensibili nei confronti dell’infezione da covid! Intanto la nostra economia è al collasso e milioni di poveri circolano in cerca di pane”.

”È per me frustrante tutto ciò, anche per il fatto che sono 30 anni che curo con farmaci chimici ma anche con molti rimedi omotossicologici, fitoterapici e con l’ossigenoozono, con risultati brillanti. Altro che effetto placebo! Qui c’è un governo che con le vaccinazioni obbligatorie, i distanziamenti, le mascherine, gli assurdi provvedimenti per le scuole esalta l’effetto nocebo, con grossi problemi a carico delle famiglie, delle mamme e dei singoli individui con suicidi e psicosi di massa! Nel vedere come spesso sono trattate molte persone, mi dico: “Stanno meglio i miei animali!””.