Home ATTUALITÀ Enorme asteoroide Apophis accelera verso la Terra: collisione entro 50 anni?

    Enorme asteoroide Apophis accelera verso la Terra: collisione entro 50 anni?

    Ultimo aggiornamento 10:01

    Secondo gli esperti, un asteroide soprannominato Apophis sta guadagnando velocità mentre si precipita verso la Terra. La roccia spaziale a forma di arachide Apophis sta oscillando su una potenziale rotta di collisione con il nostro pianeta nel 2068.

    Se colpisse, potrebbe scatenare un’esplosione equivalente a 1.200 milioni di tonnellate di TNT o circa 80.000 bombe nucleari di Hiroshima.

    Gli astronomi erano fiduciosi che Apophis, dal nome del dio egizio del caos, avrebbe perso la Terra. Ma ora, hanno scoperto che si sta allontanando dal suo percorso e sta aumentando di velocità mentre lo fa. E gli ultimi calcoli mettono la possibilità che ci colpisca, causando devastazione globale, solo uno su 150.000, circa un terzo delle probabilità di essere colpiti da un fulmine.

    L’enorme asteroide “dio del caos” sta accelerando e potrebbe colpire la Terra in soli 48 anni

    L’astronomo Dave Tholen ha dichiarato: “L’asteroide si sta allontanando da un’orbita puramente gravitazionale di circa 170 metri all’anno, il che è sufficiente per mantenere in gioco lo scenario dell’impatto del 2068”.

    Apophis è stato scoperto nel 2004 e si trova al terzo posto nella lista delle minacce di collisione sulla Terra della NASA. È lungo circa 1.200 piedi, il che lo rende qualche metro più grande dello Shard, l’edificio più alto della Gran Bretagna.

    Al contrario, l’asteroide o la cometa che ha colpito la Terra 66 milioni di anni fa, spazzando via il 75% delle specie, compresi i dinosauri, era largo fino a 50 miglia.

    In un primo momento, gli astronomi hanno affermato che c’era un rischio del 2,7% che Apophis colpisse la Terra nel 2029. Ulteriori dati hanno quindi suggerito che sarebbe passato entro 19.794 miglia alla fine di questo decennio.

    Ora, gli astronomi dell’Università delle Hawaii hanno il 12 aprile 2068 nei loro diari come giorno di collisione. Hanno scoperto che il suo corso è influenzato da un fenomeno noto come effetto Yarkovsky. Ciò si verifica quando l’asteroide assorbe e quindi irradia calore dal sole. Tuttavia, non accade in modo uniforme e il lato in cui viene irradiato più calore riceve una spinta aggiuntiva che getta l’asteroide fuori dal percorso stabilito dalla forza gravitazionale.

    Sebbene la collisione sia circa 25 volte più probabile che essere mangiati da uno squalo, non c’è ancora bisogno di farsi prendere dal panico. Il dottor Tholen ritiene che le reali possibilità di un impatto nel 2068 siano più vicine a una su 530.000, un po’ meglio che di vincere l’oro olimpico.