Home ATTUALITÀ Femminicidi, Palombelli: “Mi sono spiegata male, mi scuso”

    Femminicidi, Palombelli: “Mi sono spiegata male, mi scuso”

    BARBARA PALOMBELLI GIORNALISTA

    “Negli ultimi sette giorni, sette donne uccise presumibilmente da sette uomini. A volte è lecito domandarsi se questi uomini erano completamente fuori di testa oppure c’è stato un comportamento esasperante, aggressivo anche dall’altra parte?”. E giù la bufera. Con queste parole, pronunciate nel corso della trasmissione Forum, Barbara Palombelli si è attirata le critiche di mezza Italia, forse qualcosa di più.

    Una domanda sbagliata, posta nel modo e nel posto sbagliato. E’ scivolata su un argomento troppo difficile, troppo importante per essere liquidato così. E dopo aver difeso la sua idea, più che le sue parole, la conduttrice e giornalista fa marcia indietro e chiede scusa. Lo fa a ‘No stop news’ di Radio 102,5.

    Non mi sono spiegata bene e mi sono scusata, la colpa è soltanto mia, non ho autori e né cartelli e dunque mi assumo tutta la responsabilità per ciò che ho detto. In molti hanno capito il senso di ciò che volevo intendere e ho ricevuto molti attestati di solidarietà. Ciò che sottolineavo è che è importante comprendere cosa accade prima del femminicidio, se qualcosa si può arginare prima di questo evento fatale. Dobbiamo chiederci cosa succede se il tuo amore diventa il tuo aggressore o il tuo assassino, quali comportamenti possiamo bloccare prima che la rabbia diventi violenza”.

    E ancora: “Dobbiamo capire cosa succede nella mente di queste persone e come disinnescare la rabbia prima di arrivare al femminicidio. Moltissimi di loro arrivano a togliersi la vita, il tema vero è che tipo di rapporto si instaura fra vittima e carnefice e parlare di questo può evitare altre vittime”.

    La giornalista parla poi delle reazioni sui social, delle critiche e degli insulti ricevuti: “A livello personale, penso dobbiamo imparare da tutto, anche da ciò che è accaduto: c’è stata una mia mancanza, ma in questo Paese cosa sta accadendo? Da un lato sembra essere diventato super permissivo, dall’altro assistiamo all’odio che colpisce, al branco che parte con la violenza e con l’istigazione all’odio contro di me. Anche Loretta Goggi, che è immacolata, è stata attaccata sui social. Io ho una mia corazza ma molte persone possono restare schiacciate, come tante ragazzine che restano vittime del bullismo online”, ha concluso.