Festività natalizie a tempo determinato

    Ultimo aggiornamento 00:00

    Le festività natalizie portano sotto gli alberi italiani graditi doni: in crescita le opportunità lavorative, seppur a tempo determinato. Più di un terzo dei circa 320mila posizioni lavorative disponibili per le festività saranno rese accessibili da piccole e grandi imprese del divertimento e dei viaggi. Le previsioni per le festività appartengono al Sistema informativo Excelsiordi Unioncamere e Anpal. E se si arriva sino al febbraio 2019 il Sistema Excelsior stima che si chiuderanno ben 1,1milioni di contratti.Dati che però sono inerenti ai contratti appunto, cosa differente dalle assunzioni, perché all’interno vi è la possibilità anzi la certezza che le posizioni lavorative durino neanche più di un mese da calendario. In crescita invece e non è una cosa gratificante la difficoltà di assunzione di figure professionali da parte delle aziende. Le cercano, ma con scarso successo, con una percentuale che tocca il 28% delle società inchiestate. Ecco i ruoli professionali di difficile reperimento: operai specializzati; professioni esecutive nel lavoro d’ufficio;specialisti di informatica; dipendenti adetti alla comunicazione (marketing, commerciale, comunicazione e pubbliche relazioni);esperti di vendita.E per giunta: professionisti “Stem” (specialisti in scienze informatiche, fisiche e chimiche e tecnici in campo informatico, ingegneristico e della produzione) . Ma non è finita qui. Scendein un solo mese il numero delle società che ha in programma di fare assunzioni: calano a circa 158.200 (corrispondenti all’11,6% del totale delle imprese dal 12,9% del mese scorso). E scende, sempre nel arco di un mese, anche i dati inerenti le entrate di messe in conto (319.320, con una peercentuale di entrata del 2,7 %, dal 2,9 % di novembre). Gli imprenditori sono più cauti, dato che gli scenari economici mondiali (ma anche quelli del continente europeo) non danno una certezza assoluta sul futuro imprenditoriale. Rimangono comunque accettabili le dinamiche di tendenza della richiesta di lavoro espressa dalle aziende a dicembre.