Fiumicino, arriva il piano triennale delle opere pubbliche

    Ultimo aggiornamento 00:00

    Buone nuove nel comune di Fiumicino per quanto riguarda la pianificazione delle opere pubbliche. E’ stato ultimato infatti il piano su base triennale per quelli che saranno gli investimenti in città per ciò che concerne le opere pubbliche, progetti che includono anche lavori da tempo richiesti a gran voce dalla cittadinanza.
    “Un piano realizzato in maniera innovativa – spiega il sindaco Esterino Montino – perché parte da un piano delle progettazioni. Questo significa che abbiamo potuto redigere un piano delle opere snello, ma concreto con la prospettiva di avviare entro l’anno le procedure di gara”.

    Del piano fanno parte opere importanti che i cittadini attendono da tempo. Tra le tante spicca la realizzazione del ponte sull’Arrone, insieme al completamento della rete delle piste ciclabili. “Abbiamo promesso che saremmo arrivati a 50 km in totale e così faremo nei prossimi anni” ha spiegato il sindaco Montino in merito a questo progetto in particolare.

    Altro aspetto importante, il piano include anche la manutenzione straordinaria di via Tre Denari, via Arrone e via di Castel Campanile. “È anche previsto l’adeguamento degli edifici scolastici comunali – prosegue l’assessore ai Lavori Pubblici Angelo Caroccia – oltre che la ristrutturazione del nido di via Foce Micina che permetterà di accogliere altri 70 bambini. Inoltre abbiamo previsto anche la prosecuzione dei lavori di risanamento idrogeologico di via Siliqua”.

    Nel piano triennale delle opere pubbliche per il Comune di Fiumicino on mancano anche gli interventi sul verde pubblico. Tra gli altri progetti, il piano delle opere prevede anche la ristrutturazione completa di Parco Forti con la realizzazione della “Città dei bambini” con giochi all’avanguardia, spazi adeguati ai bambini delle diverse fasce d’età, oltre che all’organizzazione di eventi culturali e la sede del garante dell’infanzia. Sempre tra gli interventi sul verde pubblico, il piano include anche la messa in sicurezza della Pineta di Fregene.