Frosinone, Loredana Rea nuova direttrice dell’Accademia delle Belle Arti

    Ultimo aggiornamento 00:00

    Una delle eccellenze della cultura nel Lazio, l’Accademia delle Belle Arti di Frosinone, ha cambiato da poco la direzione e si presta ad avviare progetti, tesi a dare più visibilità all’Istituto. Tra i progetti in cantiere e che l’Accademia punta a realizzare vi è la necessità di estendere il numero degli studenti, migliorare l’offerta formativa anche in funzione delle necessità che il territorio richiede e creare una rete di collegamento con le altre realtà culturali presenti nella Regione. Questi, in estrema sintesi, i punti principali che l’Istituto si impegna a raggiungere, redatti da Loredana Rea, di fresca nomina alla direzione, per una durata di tre anni, dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone che ha intrapreso da pochi giorni il cammino del suo anno accademico. “Punterò anzitutto all’incremento del numero degli studenti, dagli attuali 700 circa a mille – ha proclamato la nuova direttrice Rea – un aumento che naturalmente deve andare di pari passo con il potenziamento dell’offerta formativa. Quest’ultima, inoltre, deve essere formulata anche in funzione delle necessità del territorio:non servono solo talenti ma anche professionisti. Il territorio frusinate vive gravi problemi economici e la cultura può essere un importante volano economico a patto di essere ’gestita’ con professionalità. Nella stessa logica ho intenzione di ’fare sistema’ il meglio possibile con tutte le istituzioni culturali locali”. La Rea, storico e critico d’arte, possiede un curriculum di tutto rispetto: prima di diventare direttrice, è stata insegnare di Storia dell’Arte Contemporanea all’Accademia di Belle Arti di Frosinone; dal 2015 dirige anche la Fondazione Umberto Mastroianni di Arpino, piccolo comune sempre nel frusinate; per sette anni, dal 2004 al 2011, ha diretto anche l’Archivio e del Centro di Documentazione del Libro d’Artista di Cassino; dal 2001 al 2014 si è occupata invece del Centro di Ricerca di Arti Visive Fuori Centro della Capitale; mentre più o meno nello stesso lasso di tempo, è entrata a far parte delaa Fondazione Banca del Monte di Foggia, per cui ha lavorato come consulente per l’Arte Contemporanea. Inoltre l’attuale direttrice dell’Accademia ha collaborato e collabora tutt’oggi con riviste e quotidiani, sia locali che nazionali, che si occupano di arte, tra cui: Cahiers d’Art, Dismisura, Il Mattino, Ciociaria oggi, L’inchiesta, Artart, Extrart, Il piede e l’orma. Le attività della Rea registrano moltissimi articoli pubblicati sulla carta stampata, gli allestimenti che riportano la sua curatela e opere di divulgazione.