Home BENESSERE ANIMALI Gatto starnutisce sempre: nessuno vuole adottarlo

Gatto starnutisce sempre: nessuno vuole adottarlo

Ultimo aggiornamento 14:46

Lo hanno abbandonato a causa delle continue allergie. Un gatto soriano sta lottando per trovare una nuova casa, dopo essere stato “scartato” a causa di una condizione nasale che lo porta costantemente a starnutire.

Gatto starnutisce sempre: la storia di Elliott

Il gatto, che si chiama Elliott, ha una rinite cronica, una condizione infiammatoria con sintomi come congestione nasale, prurito e starnuti. Il felino di nove anni vive attualmente in un centro di reinserimento per la protezione dei gatti nell’East Sussex, ma i dirigenti dicono che i possibili adottanti sono riluttanti a prenderlo a causa della sua malattia.

Parlando con il giornale The Independent, il vice direttore del centro Tania Marsh descrive Elliott come un gatto molto affettuoso. “Pensavamo che avesse l’influenza aviaria”, spiega Marsh, aggiungendo che è stato tolto dalla  quarantena dopo che i veterinari si sono resi conto che le sue condizioni non erano contagiose.

“Sono preoccupati per il costo delle spese mediche e cosa potrebbe significare per loro. La gente preferirebbe andare in cerca di un gatto in perfetta salute”. Marsh insiste sul fatto che se fosse adottato, Elliot vedrebbe migliorare le sue condizioni di salute. “È un gatto meraviglioso e vuole solo stare con te, ti mette persino le zampe intorno al collo come se ti stesse abbracciando.”

“Il livello di stress che sta portando da vivere qui avrà un effetto sulle sue condizioni — dice ancora March. “Appena potrà uscire e prendere un po ‘di aria fresca nei suoi polmoni, i suoi starnuti saranno considerevolmente meno problematici.”

Marsh ha aggiunto che esiste un farmaco che i proprietari potrebbero acquistare per trattare le condizioni di Elliot, ma la struttura non è abilitata a somministrarlo.

“Al momento non ha nessuna medicina, ma se un proprietario dovesse portarlo a casa e cospargere questo particolare farmaco sul suo cibo e permettergli anche di giocare fuori, vedrebbero enormi miglioramenti alle sue condizioni. Ha solo bisogno di essere nell’ambiente giusto.”