Genova, mareggiate devastanti: scuole chiuse anche oggi

    Ultimo aggiornamento 00:00

    La Liguria si premunisce da ulteriori danni causati dal maltempo e proroga la chiusura delle scuole anche per oggi, martedì 30 ottobre. Una decisione arrivata poco prima dell’una di questa notte, nonostante l’allerta rossa sia di fatto terminata alle 24, e ufficializzata sul sito del Comune. Alla base il forte vento e gli ingenti danni provocati negli ultimi due giorni dalle mareggiate Scuole chiuse anche nell’Imperiese. I comuni dove non ci saranno le lezioni sono, tra gli altri: Imperia, Sanremo e Taggia. scuole chiuse anche alla Spezia, Santa Margherita, Rapallo, Chiavari, Portofino, Sestri Levante, Savona Varazze e Vado, Albissola Marina, Arenzano e Cogoleto.
    Vento e mareggiate hanno continuato ad imperversare nella notte in tutta la Liguria. Interrotta la circolazione ferroviaria per la mareggiata in più punti: è completamente interrotta la linea Genova-Sestri Levante. A Ponente, sulla linea da Albissola a Imperia si viaggia su un binario unico a senso alternato e con andatura a vista che limita il transito a 30 km orari.Le linee Genova-Milano, Genova-Torino e Genova-Acqui Terme sono percorribili ma con rallentamenti o limitazioni di percorso in arrivo nel nodo genovese. Chiusa anche la pista dell’aeroporto Cristoforo Colombo.Il mare ha portato detriti sulla pista rendendola impraticabile. Tutti i voli sono cancellati. Lo scalo resterà chiuso fino alle 14. Sono in corso verifiche tecniche e interventi sugli impianti. I passeggeri sono invitati a contattare le compagnie per riprogrammare i viaggi. Nel Tigullio la mareggiata ha pesantemente danneggiato la strada provinciale per Portofino, che è isolata.Il comune ha impedito il transito anche ai pedoni. Il borgo è raggiungibile solo via mare. Isolata anche Corniglia, nelle Cinque terre, a causa della chiusura delle due strade provinciali determinata dai danni causati dal maltempo. Chiuse le spiagge a Levanto. Danni ingenti anche a Monterosso, dove ieri notte il mare è entrato in un parcheggio e ha provocato il cedimento di una tubazione del gas. A Rapallo dopo il crollo di parte della diga, nel porto Carlo Riva varie grandi imbarcazioni hanno rotto gli ormeggi e spinte dal mare e dal vento si sono schiantate contro la costa. “È impressionante vedere sfilare nel buio le sagome degli yacht che vanno a schiantarsi”, racconta un testimone. Un mare così violento si ricorda a Rapallo nel 2000, quando creò uno squarcio nella diga del porto Carlo Riva, ma questa pare ancora più forte. Nel porto pubblico danni a tante barche di piccole e medie dimensioni.A Santa Margherita Ligure i sommozzatori dei vigili del fuoco sono intervenuti in porto per salvare gli equipaggi di due pescherecci che si erano recati a bordo per mettere in sicurezza dalla mareggiata le imbarcazioni. A Finale Ligure all’altezza della zona Malpasso,l alle 5 di stamani è collassata una delle due carreggiate dell’Aurelia aprendo una voragine profonda 6 metri dentro la quale è finita una vettura. La donna che si trovava al volante è rimasta lievemente ferita.Soccorsa dai vigili del fuoco è stata trasferita sotto choc in ospedale. In tutta la Liguria ci sono 22 mila utenze senza energia elettrica a causa di un fulmine che ha colpito una centralina.Ci sono difficoltà a raggiungere Portofino e Santa Margherita a causa di numerosi alberi caduti sulla strada. A Savona la mareggiata della scorsa notte ha provocato l’allagamento del terminal auto al porto, l’acqua ha innescato un corto circuito in due capannoni che ha fatto esplodere le batterie di alcune auto. Ne è scaturito un incendio che è ancora in corso. Le fiamme hanno distrutto soprattutto Maserati, alcune centinaia, destinate al mercato del Medio Oriente e lì stoccate per l’esportazione.
    Ieri una donna di 88 anni è morta ad Albisola superiore, in provincia di Savona, dopo essere stata colpita da un cornicione crollato da un palazzo a causa del maltempo. E’ successo nel tardo pomeriggio e la tragedia è arrivata al culmine di una giornata di allerta rossa in Liguria, con venti fortissimi oltre i 150 chilometri l’ora e una mareggiata che ha flagellato la costa ligure. Una tromba d’aria si è abbattuta su la Spezia e una nave ha strappato gli ormeggi, il vento ha fatto cadere alcuni container vuoti, è stato chiuso il porto di Genova.