Home SPETTACOLO Gli oscar dal 2010 ad oggi

    Gli oscar dal 2010 ad oggi

    Quali sono i film che hanno vinto il premio Oscar dal 2010 ad oggi? Una domanda la cui risposta è sempre utile in tempo di pandemia. Il tempo non manca e occuparlo con un bel film è sempre un’ottima scelta. Per questo una lista con tutte le pellicole che si sono aggiudicate nell’ultimo decennio l’Oscar al miglior film potrebbe fare comodo. Soprattutto dopo due mesi di misure restrittive, quando le idee potrebbero iniziare a scarseggiare.

    2020 Parasite Primo film sudcoreano candidato ai premi Oscar, si è portato a casa ben quattro statuette, tra cui quella per il miglior film. È la prima volta che il più prestigioso dei riconoscimenti cinematografici viene assegnato a un film non in lingua inglese. Il regista è il 51enne Bong Joon-ho, che ha fatto anche altri lungometraggi interessanti.

    2019 Green book È un film diretto da Peter Farrelly e interpretato da un grande Viggo Mortensen e da Mahershala Ali, che si è aggiudicato, per la seconda volta dopo Moonlight del 2016, il premio come miglior attore non protagonista. Un film on the road, ispirato alla storia vera del pianista afroamericano Donald Shirley e Tony Lip, capace di penetrare nel cuore della società americana degli anni sessanta.

    2018 The shape of water Diretto da Guillermo del Toro, si è aggiudicato quattro premi Oscar: miglior film, miglior regista, miglior scenografia e miglior colonna sonora, composta dal celebre compositore francese Alexandre Desplat.

    2017 Moonlight È il primo film il cui cast è formato solo da afroamericani e il primo film che tratta la tematica LGBT a vincere l’Oscar. Diretto da Barry Jenkins, tratta le tre fasi della vita del “piccolo Chiron”: infanzia, adolescenza ed età adulta.

    2016 Il caso Spotlight È un film di Tom McCarthy che narra l’inchiesta giornalistica del quotidiano The Boston Globe sugli scandali di pedofilia all’interno della chiesa di Boston. Un’indagine reale che nel 2003 valse il premio Pulitzer al quotidiano.

    2015 Birdman Michael Keyton interpreta una star di Hollywood ormai decaduta, che lotta con il suo inconscio tra i richiami del passato e la voglia disperata di allontanarsi dal personaggio che lo ha reso celebre. La scena, diretta da Alejandro Inarritu, si svolge in un lunghissimo piano sequenza.

    2014 12 anni schiavo È un film di Steve McQueen e tratta il tema della schiavitù negli Stati Uniti nel diciannovesimo secolo. Il protagonista, Chiwetel Ejiofor, non ha vinto il premio come miglior attore solo perché se lo è aggiudicato Matthew McConaughey per la sua interpretazione in Dallas Buyers Club. Altro grande film.

    2013 Argo Diretto e interpretato da Ben Affleck, è un film ambientato a Teheran durante la rivoluzione iraniana del 1979. Racconta il famoso Canadian Paper, l’operazione di salvataggio statunitense e canadese di sei diplomatici americani nel corso della crisi degli ostaggi.

    2012 The Artist Film muto e in bianco e nero diretto dal francese Michel Hazanavicius e interpretato da un immenso Jeans Dujardin. Il film si è portato a casa cinque premi Oscar, tre Golden Globe e sei César.

    2011 Il discorso del re La storia vera del re balbuziente britannico Giorgio VI e del suo rapporto con il logopedista Lionel Logue ai tempi dell’ingresso del Regno Unito nella seconda guerra mondiale. Il film è di Tom Hooper, ma è Colin Firth, nei panni del re, a fare la differenza.

    2010 The Hurt Locker Film di guerra diretto da Kathryn Bigelow e scritto dal giornalista Mark Boal. Il conflitto è tra gli Stati Uniti e l’Iraq iniziato nel 2003. Un cult per gli amanti del genere.

    Mario Bonito