Inghilterra, boicottata manifestazione estrema destra: troppo numeroso il corteo antifascista

    Ultimo aggiornamento 00:00

    Si sono fermati a Moorfields, a Liverpool, alla stazione da dove avrebbero dovuto cominciare la loro marcia. Ieri, a Liverpool, dozzine di membri del gruppo di estrema destra North West Frontline Patriots hanno interrotto la loro manifestazione ancor prima di cominciarla. Questo perché centinaia di militanti antifascisti erano già scesi in strada nelle ore prima del loro arrivo, in numero molto più alto. E così i manifestanti neofascisti hanno preferito non comparire nemmeno all’appuntamento.

    È una grande vittoria per il movimento antifascista, guidata dal sindaco di Liverpool Joe Anderson, del partito laburista. “La gente pacifica ha cacciato i fascisti dalle nostre strade”, ha detto dopo la sfilata, “abbiamo dimostrato che queste persone non sono benvenute nelle nostre città, la speranza vince sempre sull’odio”. A quelli che gli hanno rimproverato di non tutelare la libera espressione, Anderson ha risposto: “È mia responsabilità che l’odio non si propaghi”.

    Non ci sono numeri ufficiali della manifestazione antifascista, ma il giornale locale Liverpool Echo ha parlato di centinaia di persone, di gran lunga superiori agli esponenti di destra attesi, per i quali la città e la loro parata erano state precedentemente blindate dalla polizia. Tutto inutile, perché i manifestanti dell’estrema destra hanno rinunciato in anticipo.