Home SPORT CALCIO Inter, Conte sempre più lontano: c’è Allegri sullo sfondo

Inter, Conte sempre più lontano: c’è Allegri sullo sfondo

Ultimo aggiornamento 10:07

Conte è sempre più lontano dall’Inter, la frattura è difficilmente sanabile. La dimostrazione lampante è lo sfogo post-Atalanta. Un attacco diretto alla dirigenza, senza nemmeno un tentativo di dissimulare un malcontento che monta da settimane. La mancata protezione e la superficiale gestione di questioni extra campo hanno spinto l’allenatore a scagliarsi contro Marotta e la dirigenza.

“Oggi ho visto qualcuno salire sul carro, ma le palate di m… le abbiamo prese io e i calciatori. E ci tengo a chiarire che non parlo di mercato. L’altro giorno mi è stata mandata un’intervista di Spalletti del 2017 che denunciava cose gravissime. Siamo nel 2020 e ancora le cose stanno così. Il gap con la Juve si riduce lavorando fuori dal campo”, ha detto Conte appena pochi giorni fa.

Dichiarazioni nette, un solo obiettivo: chi siede dietro la scrivania. I dissidi sono evidenti, palesi. Non verranno ricomposti a meno di un provvidenziale intervento societario che potrebbe ricompattare le parti. Ma al momento lo scenario più probabile è l’addio consensuale tra le parti. L’Inter, infatti, difficilmente opterà per l’esonero visto che Conte percepisce 12 milioni di euro netti l’anno.

Per questo sullo sfondo si staglia decisa la figura di Max Allegri, come ha reso noto Gianlucadimarzio.com. L’ex Juve sarebbe il profilo più facilmente raggiungibile per via di rapporti già consolidati con la dirigenza (Marotta) e per i grandi risultati raggiunti in Italia. Difficile ad oggi pensare ad una pace tra Inter e Conte: la storia tra le parti potrebbe durare appena 12 mesi.