Home SPORT CALCIO Juve, Paratici su Ronaldo: “Resta con noi, altro che finito… De Ligt?...

Juve, Paratici su Ronaldo: “Resta con noi, altro che finito… De Ligt? Un mostro”

Ultimo aggiornamento 10:36

Il momento non è dei più semplici, perché è difficile vedere la Juve lontana dal primo posto, posizione che ha occupato stabilmente negli ultimi 9 anni. A scalzarla, almeno momentaneamente, ci ha pensato l’Inter, che con Conte è diventata la più agguerrita, e unica, pretendente al titolo dei bianconeri.

Per riportare serenità e sciogliere qualche dubbio che da settimane serpeggia dalle parti di Vinovo, ci ha pensato Fabio Paratici, Chief Football Officer bianconero che in un’intervista a Tuttosport ha toccato vari temi, partendo da quello più spinoso: il futuro di Cristiano Ronaldo, non al meglio in questo avvio di stagione.

“Ronaldo tornerà ai suoi livelli”

CR7 rimarrà con noi. È un competitivo, e nella sua reazione c’è tutta la sua voglia di dare tutto. Vuole sempre vincere, altro che finito… Ultimamente è arrabbiato perché il problema al ginocchio incide molto su di lui, non è uno che si fa male spesso. È irritato perché non riesce ad allenarsi al meglio, quando ritroverà la condizione tornerà ai suoi livelli. Non abbiamo alcuna preoccupazione, la sua presenza qui ha migliorato tutti”. Queste le parole di Paratici su Ronaldo.

Sul mancato pallone d’Oro al portoghese: “Ronaldo lo meritava davvero, è il migliore. Su quello dell’anno scorso ha ragione Giorgio, alcuni club pesano di più a livello internazionale. Ma sinceramente non so come si possa condizionare questo premio. Cristiano meritava il Pallone d’Oro sia l’anno scorso che quest’anno”.

Infine un giudizio su De Ligt, che in questo avvio di stagione ha alternato grandissime prestazioni ad incertezze dovute alla giovane età: “Lui è un mostro, il miglior investimento su un giovane che abbiamo mai fatto. Qualcuno aveva anche dei dubbi su di lui, ma sia io che i suoi compagni ci abbiamo sempre creduto. È un fenomeno, a soli 20 anni gioca da difensore centrale in una grande squadra. Sarà il più forte difensore dei prossimi 10 anni”, ha concluso Paratici.