Latina, la replica del Comune alla Uil sulla gestione del personale

    Ultimo aggiornamento 00:00

    Il Sindaco e l’intero Consiglio, sorpresi dalla tempestività della nota del sindacato UIL del 28/9/2018, su alcune questioni relative alle politiche del personale, mai affrontate o non risolte da anni, ricordano quanti problemi questa Amministrazione ha trovato un modo trattare e risolvere progressivamente durante il mandato.
    In dettaglio, si specifica che questa Amministrazione ha riattivato i Progressi economici orizzontali dopo dieci anni e che le relative procedure sono in corso; in particolare, viene definita la prima progressione, mentre per la seconda il call for applications scade il 15 ottobre. Un buon risultato per questa amministrazione, dopo 10 anni di inattività.
    Per quanto riguarda l’esborso Performance 2017, l’Amministrazione ha già completato tutte le attività di cui era responsabile prima della sospensione dei lavori; ora spetta all’ente di valutazione svolgere i compiti di sua competenza.
    Per quanto riguarda la definizione dei nuovi regolamenti sulle posizioni organizzative, si specifica che il documento è completato ed è già stato esaminato nella sessione della delegazione negoziale del 6 agosto 2018. La risoluzione è già stata presentata alla Giunta, che deliberare a breve sul punto.
    Per quanto riguarda i progetti di incentivazione, la necessità di analizzarli è chiara, anche alla luce dell’entrata in vigore del nuovo contratto, volta ad escludere i profili di possibile illegittimità e verificare la sostenibilità rispetto al modo in cui il fondo viene istituito come richiesto dal il nuovo contratto. Tuttavia, sollecita questa amministrazione a prestare maggiore attenzione alla ricompensa per tutti i dipendenti che si impegnano a raggiungere gli obiettivi dell’istituzione, piuttosto che privilegiare alcuni progetti specifici, a beneficio di alcuni gruppi circoscritti.
    In relazione alla definizione delle procedure di progressione verticale in D1 e D3, anche in questo caso l’Amministrazione ha provveduto a riesaminare procedure note da 10 anni a causa di preoccupanti criticità, sotto profili diversi, per quale è stata imposta la necessità. svolgere indagini, tutelare la correttezza dell’azione amministrativa e l’interesse pubblico.
    Con riferimento all’approvazione del nuovo Piano dei Requisiti, con accantonamento per le riserve al personale interno, si segnala che il Piano è stato approvato dal 7 agosto 2018 ed è attualmente in fase di implementazione. L’eventuale previsione di nuove progressioni verticali è evidentemente e logicamente subordinata alla definizione di quelle già vietate.
    All’inizio del tavolo di lavoro per la preparazione dei Regolamenti per gli incentivi della legge, è dimostrato che l’Esecutivo designato è stato incaricato di istituire un gruppo di lavoro e le attività sono in corso per la preparazione del Regolamento proposto.

    In merito all’applicazione del nuovo contratto di lavoro firmato a maggio 2018, si rileva che gli uffici hanno adeguato gli stipendi agli aumenti previsti e stanno progressivamente affrontando gli aspetti normativi di applicazione non semplici, per i quali il termine dell’1 / 1/2019.
    Per quanto riguarda le autorizzazioni previste dalla disposizione di cui all’art. 35 del nuovo contratto, non corrisponde alla verità come affermato da questo sindacato, poiché già dal 7 settembre 2018, con una circolare speciale, il Servizio del personale ha fornito informazioni a tutti i Direttori e a tutto il personale, attraverso le segreterie segreterie del Servizi, su come utilizzare i permessi previsti dall’art. 32, 33 e 35 del CCNL 21.5.2018.
    Per quanto riguarda la formazione del personale, va notato che l’utilizzo è stato attivato a beneficio di numerosi dipendenti dell’istituzione: circa 100 persone, ogni anno, sono state iscritte ai corsi del progetto Value PA per gli anni 2017 e 2018, come accadrà anche per l’anno 2019.
    L’impegno a riattivare la contrattazione dal 22 settembre 2018 è stato comunque già rispettato con la convocazione della sessione della delegazione relativa alla data di venerdì p.v.
    Il sindaco e il consiglio respingono l’accusa di un reclamo “malsano” nella gestione del personale, accusa proveniente da un codice sindacale che avrebbe dovuto continuare ad apprezzare, tuttavia, il significativo cambio di passo che questa amministrazione voleva dare alle complesse soluzioni di più personale critico, solo parzialmente evidenziato sopra, dando a tutti il ??giusto riconoscimento e aspettative di crescita sana.
    Si potrebbe sospettare, al contrario, che questo quadro catastrofico di inefficienze infondate derivi dalle aspettative di qualcuno, che ovviamente non ha trovato le risposte immaginate.