Home SPORT CALCIO Lazio, inzaghi: “Puntare in alto? Qui si cambiano giudizi ogni 5 partite”

Lazio, inzaghi: “Puntare in alto? Qui si cambiano giudizi ogni 5 partite”

Ultimo aggiornamento 16:17

Sognare è possibile, anche se è meglio mantenere i piedi per terra. Lazio-Juve è un crocevia fondamentale per la stagione della Lazio, che in caso di vittoria farebbe un balzo in avanti significativo in chiave Champions. Vince all’Olimpico per la squadra di Inzaghi significherebbe anche arrivare a meno tre punti dalla Juve.

Una posizione che potrebbe rendere plausibile il sogno di una rincorsa ai primissimi posti, ma Simone Inzaghi in conferenza stampa traccia la via, che rimane quella verso la Champions League: “Orgoglioso che si parli in questi termini ma ricordiamoci cosa si diceva 30 giorni fa di questa squadra. Ci vuole equilibrio e basta un attimo a passare dalle stelle alle stalle. Si cambiano giudizi nel giro di 5 partite. Comunque ho grande entusiasmo per una Lazio così in forma e così in alto in classifica”.

“Con la Juve serve la partita perfetta”

View this post on Instagram

🥇 Your #LazioUdinese MVP! #CMonEagles 🦅

A post shared by S.S. Lazio (@official_sslazio) on

Sulla partita con la Juve l’allenatore biancoceleste si è espresso così: “Dovremo essere concentrati e fare una gara importante, perchè affrontiamo una squadra che negli ultimi 8 anni ha praticamente sempre vinto. Anche quest’anno stanno facendo un grande campionato e sarebbero primi senza problemi se non avessero trovato l’Inter che sta tenendo il passo. Metteremo tutte le nostre energie cercando di trascinare la gente, sapendo che giocheremo in un Olimpico pieno. Si affrontano la più forte contro la più in forma, dovremo essere bravi a far girare gli episodi dalla nostra parte”.

“Vedremo come arriveranno i calciatori agli ultimi due allenamenti di oggi e domani. Alla vigilia mischio sempre i giocatori, anche se ho qualche dubbio, pur cercando di mantenere le mie certezze. Caicedo ha fatto molto bene ultimamente. Contro l’Udinese non è entrato perché non era al massimo fisicamente e ho preferito non rischiare visto che eravamo in controllo. E’ un’opzione per domani che mi tengo ben stretta”, ha concluso Inzaghi.