Home ATTUALITÀ Lazio zona gialla? Parla D’Amato: “Ancora lontani da quei parametri”

    Lazio zona gialla? Parla D’Amato: “Ancora lontani da quei parametri”

    ALESSIO D'AMATO ASSESSORE SANITA REGIONE LAZIO

    Il Lazio rischia la zona gialla? Al momento no, lo dicono i numeri e lo conferma l’assessore regionale alla Salute Alessio D’Amato. Nell’ultima settimana nel Lazio sono stati registrati 25.000 positivi al Covid. Tanti rispetto ai mesi successivi, ma non sufficienti a imporre il cambio di colore.

    Il nuovo decreto introdotto dal Governo non ha solito fissato le linee guida del Green pass, ma modificato i parametri della colorazione delle regioni. Non è più l’incidenza il dato da tenere maggiormente in considerazione, ma le ospedalizzazioni. E in questo senso il Lazio, al momento, è fuori pericolo. La percentuale di ospedalizzazione regionale è al 3%, lontano dal 10%, soglia per fissata per l’ingresso in zona gialla.

    Sulla questione si è espresso anche D’Amato, nel corso della consegna delle benemerenze agli operatori dell’Ares 118: “Escludo che il Lazio torni in zona gialla, siamo molto lontani dai parametri e anche il livello oggi dell’occupazione (dei posti negli ospedali, ndr) è 10/12 volte inferiore ai target nazionali che sono stati dati. Sicuramente bisogna correre con la vaccinazione e noi saremo la prima regione italiana a raggiungere del 70% in doppia dose l’8 agosto e dell’80% entro fine agosto”.