Home SPETTACOLO L’Eredità, 26 novembre: Giulia Ferrari Bedini si riconferma campionessa

L’Eredità, 26 novembre: Giulia Ferrari Bedini si riconferma campionessa

Ultimo aggiornamento 20:47

Una puntata effervescente e piena di colpi di scena quella andata in onda questa sera a L’Eredità. Il preserale di RaiUno campione d’ascolti condotto da Flavio Insinna ha regalato momenti divertenti e sfide entusiasmanti.

Nel primo round Cristiano Panebianco, che aveva partecipato nel 2015, perde la sfida salvezza con Roberto. Non riusciva a dire patchouli, facendo scadere il tempo dopo 50 secondi tra le risate del pubblico che, poi, lo ha salutato con un grande applauso. Subito dopo Elena, a rischio eliminazione, ha puntato il dito contro la campionessa in carica Giulia Ferrari Bedini ma non riesce a fare il colpaccio ed esce dal gioco. Non è stata tranquilla neanche Beatrice Zonta, che al terzo round si è salvata battendo nel duello Gabriella.

Nella manche dei Paroloni Giulia intuisce che emiono è un asino, mentre Beatrice indovina il significato di lubecchio, che è una ruota dentata. Gianmarco da Chianciano Terme e Roberto si sfidano per il terzo posto al Triello. È il musicista laureato in clarinetto, e campione nella puntata di domenica, a passare il turno. Si ripete così il Triello di ieri, con gli stessi concorrenti che hanno la certezzadi tornare domani.

Stavolta si ferma Beatrice e, ai calci di rigore, per 4-2 Giulia si riconferma campionessa. La studentessa di Mariano Comense va alla Ghigliottina per 190 mila euro. Dimezza due volte e, per vincere 42.500 euro, deve indovinare la parola che lega LAVORO, VIOLINO, ARMI, UNICO e GRAN. Giulia scrive ARCO ma la parola vincente, in realtà, è MAESTRO.