Home SPORT Lite Conte-Agnelli, domani la decisione del giudice sportivo

Lite Conte-Agnelli, domani la decisione del giudice sportivo

ANDREA AGNELLI PRESIDENTE JUVENTUS

I “vaffa” tra Conte e Agnelli potrebbero finire nel registro della procura Figc. Ieri sera, durante la semifinale di Coppa Italia tra Juventus e Inter, l’allenatore dell’Inter e il presidente della Juve si sono detti di tutto. Senza nascondersi. Lo stadio vuoto e le telecamere hanno fatto sentire e vedere ogni cosa, dai gestacci alle offese.

Così la sentenza del giudice sportivo prevista per domani sarà decisiva. Se arbitro e quarto uomo non scriveranno nulla sulla lite tra Conte e Agnelli nel referto, la palla passerà alla procura Figc; un po’ come successo per la lite tra Ibrahimovic e Lukaku. Agnelli è stato deferito, insieme a Nedved, con lo stesso procedimento alcune settimane fa, per insulti rivolti all’arbitro dalla tribuna.

Che tra Inter e Juve non scorra buon sangue è storia nota, ma che a insultarsi siano Conte e Agnelli fa notizia. Almeno per chi non ha seguito l’evoluzione del rapporto tra i due. Perché è vero che Conte è stato prima giocatore e poi allenatore bianconero per molti anni, e con altrettanti trofei in bacheca, ma l’addio è stato turbolento.

Si spiegano così i modi poco signorili con cui allenatore e presidente si sono scambiati focose opinioni a favore di telecamere. Uno accusa l’altro, spetterà ora al giudice sportivo, o eventualmente alla procura della Figc, accertare eventuali responsabilità.