Lunedì al Sistina l’eccellente tribute band di Knopfler & C.

    Ultimo aggiornamento 00:00

    Dopo il grande successo ottenuto in Sudamerica con il loro ultimo tour, i DSL Dire Straits Legacy, con una nuova line-up si sono sbarcati anche in Italia nell’ambito di un tour europeo che è partito da Bucarest lo scorso 15 ottobre. Nove i concerti sul suolo italico iniziati il 20 novembre da Milano e proseguiti in varie città italiane , per poi arrivare a destinazione , molto attesi, il prossimo 3 Dicembre al Teatro Sistina di Roma .
    Questo tour sarà l’occasione non solo per rivivere la magia dell’indimenticabile repertorio dei Dire Straits, ma anche e soprattutto per vedere e sentire all’opera la nuova line-up che vede al basso il leggendario Trevon Horn (Yes e Buggles) accanto al batterista britannico Steve Ferrone (Average White Band, Tom Petty & Heartbreakers) compagni d’avventura di grande caratura musicale dei componenti storici del gruppo quali Alan Clark alle tastiere, Danny Cummings (Dave Gilmour, Tina Turner, Bryan Adams, Paul McCartney) alle percussioni, e Phil Palmer (Eric Clapton, Robbie Williams, Frank Zappa, Elton John) alle chitarre, completati poi dalla sezione tutta “romana” formata da Marco Caviglia alla chitarra e voce e Primiano Dibiase alle tastiere e piano.
    L’attuale band è nata dall’amore e dalla passione per la musica dei Dire Straits di Mark Knopfler, la band britannica la lui formata nel 1977, con l’idea di portare la musica del celebre gruppo a tutti gli appassionati che hanno atteso a lungo di poter riascoltare un giorno dal vivo tanti brani memorabili che hanno fatto la storia del rock. Alan Clark, tastierista entrato a far parte dell’originale band nel 1982 per poi rimanerci
    fino al loro scioglimento ( ma a sentire Knopfler ancora oggi dichiara che i DS non li ha mai sciolti , con l’ultimo loro concerto risalente oramai al 1993…) , ha così pensato di riunire un gruppo di validi musicisti per dar vita ai DSL e girare il globo in lungo ed in largo,ottenendo tutta una serie di sold-out in diverse città europee e americane, tanto da essere chiamato mesi addietroa ritirare l’ambito riconoscimento della Rock and Roll Hall of Fame come storico membro dei Dire Straits. Con il recente ingresso di Trevor Horn, uno dei più famosi produttori della sua generazione, una vera leggenda dell’industria musicale mondiale, in veste di bassista, la line-up della band ha ritrovato la magia di riportare sui palchi quelle hit come “Money for Nothing”, “So Far Away”, “Sultans of Swing”, “Walk of Life” e diverse altre , alternate ad alcune canzoni del nuovo lavoro di inediti dal titolo “3 Chord Trick” prodotto da Palmer e Clark e uscito a novembre dello scorso anno. Il disco pubblicato per l’etichetta Forward Music Italy, è stato regisrato tra Los Angeles (Drumroll Studios) e Grottaferrata ( Forward Studios Rome) e contiene undici brani nuovi dove spiccano “Jesus Street”, uscito anche come singolo apri-pista nelle radio, “Epiphany”, “Tell me Why”, “Chord Trick”.
    “Ogni sera portiamo sul palco una scaletta molto variegata – ha detto Alan Clark alla presentazione del tour – dove compaiono ovviamente molti successi degli Straits e due/tre pezzi del nostro album di inediti che la critica ha accolto molto bene e ben si armonizzano con il resto della scaletta, visto anche che il nostro genere segue la falsariga dei vecchi e storici Dire Straits. Poi ogni sera mettiamo dentro anche qualche cover a sorpresa di altre band per puro divertimento nostro e degli spettatori. Facile , visto
    che abbiamo accanto dei musicisti di altissima qualità come Steve Ferrone e Trevon Horn, due leggende
    viventi…”.
    L’appuntamento dei Dire Straits Legacy con il pubblico di Roma sarà, come detto, lunedì 3 dicembre nel bellissimo scenario del Teatro Sistina, con biglietti in prevendita già in essere nei circuiti abituali online.

    Capitano57