Maiorca sommersa da acqua e fango, 9 morti

    Ultimo aggiornamento 00:00

    E’ sempre più un inizio autunno drammatico in tutta l’Europa mediterranea, e non solo, a causa del deterioramento delle condizioni atmosferiche i cui effetti devastanti stanno causando non già soltanto un po’ ovunque dei numerosi e gravi problemi cittadini e sociali e conseguenze problematiche per varie comunità e intere cittadinanze, ma anche e soprattutto la tragica scomparsa di numerose persone. Sono ormai diverse le morti che purtroppo si stanno registrando a causa del mal tempo e in particolare a causa dell’acqua che sta letteralmente inondando interi territori. L’ultimo caso in ordine di tempo è quello capitato nella celebre comunità dell’isola di Maiorca, che è stata di fatto completamente sommersa da acqua e fango, e che ha fronte di questa drammatica emergenza improvvisa ha dovuto contare nove morti in poche ore.
    Dunque ammontano ad almeno 9 le persone che sono morte ed a 6 i dispersi in seguito all’improvvisa alluvione che si è fiondata martedì sera sulla comarca di Llevant nell’isola di Maiorca, alle Baleari. Una delle comunità più floride e apprezzate del Mediterraneo, metà di turismo e di passione, diventa dunque invece luogo tetro di morte e di disperazione, sofferenze e impellenze. Tre sarebbero inoltre i feriti. Un’enorme ondata di acqua fangosa ha sommerso la città di Sant Llorenc, a 60 chilometri da Palma, dopo che un torrente, secco durante la maggior parte dell’anno, è straripato per le piogge fortissime che si sono abbattute sull’isola martedì pomeriggio.