Home SPETTACOLO TV Maledetto Tweet: Rai2 nel polverone ‘per la morte di Haber’

Maledetto Tweet: Rai2 nel polverone ‘per la morte di Haber’

Diciamocelo pure senza temere di scatenar le ire di certa ‘intellighenzia’, per dirla alla Fantozzi: ‘Maledetti amici miei è una cagata pazzesca!”. Per carità è un programma molto seguito, a tratti – grazie soprattutto agli ospiti – riesce anche a strappare qualche sorriso ma nell’insieme ci si aspettava molto di più. Oltretutto, mettere insieme quattro differenti personalità, molto forti, ha finito per ‘livellarle’ tutte non restituendo nulla, o poco, del meglio di ciascuno dei quattro conduttori. Noi ci ridiamo ma realmente Haber si sente l’attore per eccellenza, Papaleo un musicista vero, Veronesi un geniaccio irriverente, e Rubini l’intellettuale defilato. Dunque, buttarla poi sul ridanciano spicciolo diviene un atto di indolenza imperdonabile. Fortuna sortite a sprazzi ‘genuine’ di max Tortora, anch’egli però pericolosamente avviato verso l’ormai asfittica dimensione ‘di nicchia’.
Ecco perché lo scherzo ben articolato per la puntata di ieri – molto in stile Monicelli – ha finito per irritare piuttosto che divertire, come pure (nelle intenzioni) forse meritava.

Notizia flash: è morto l’attore Alessandro Haber

Fatto è che, lanciando l’imminente messa in onda della trasmissione, su Twitter da Raidue è partita l’inquietante notizia. ‘NOTIZIA FLASH #Rai2 ultima ora: E’ MORTO #ALESSANDROHABER. L’attore si spegne all’età di 72 anni negli studi Voxson di Roma durante la puntata di #MaledettiAmiciMiei“. A dare credibilità all’accaduto, il passaggio di alcuni frammenti del programma. Nello studio poi viene svelato l’arcano, con Haber – vivo e vegeto – adagiato in una bara con i tre compari affannati a cercare – inutilmente – di dare un senso umoristico alla cosa.
Ovviamente, ed è forse anche comprensibile, ‘la trovata’ ha letteralmente diviso gli utenti dei social, che non hanno certo fatto mancare le reciproche stoccate di ironia o spietata critica. Per certi versi, a richiamare all’ordine la produzione, il messaggio dell’ex navigato dirigente Rai Giancarlo leone (dal 1983 al 2016) il quale ha scritto: “Di pessimo gusto vestirla come una notizia vera. Oltre ogni limite”. E se qualcuno stando al gioco reclamava scherzosamente “Posso avere una ciocca della barba di Haber come cimelio?”, i meno disposti a doversi misurare con la ‘bischerata’ hanno reagito: “La Rai non può fare questi scherzi per avere audience .. non si scherza con la morte..”, “Se siete ridotti a questo…dopo la figura da quattro soldi con il programma di Lucci, state raschiando il barile…”.
Max