Home SPORT CALCIO Milan, conferenza Pioli: “Le critiche sono uno stimolo, partiamo da un buon...

Milan, conferenza Pioli: “Le critiche sono uno stimolo, partiamo da un buon livello”

Ultimo aggiornamento 13:23

L’era rossonera di Pioli è iniziata. L’ex Fiorentina è stato ufficializzato sulla panchina del Milan: “AC Milan comunica di aver affidato la conduzione tecnica della Prima Squadra al Signor Stefano Pioli”. Ieri sera è arrivato a Milano dopo aver definito l’accordo con il Diavolo, oggi sarà presentato ufficialmente alla stampa.

L’avventura di Pioli al Milan sarà subito in salita, non solo per i risultati sportivi da ritrovare, ma soprattutto per la fiducia dei tifosi da conquistare. È impazzato nella giornata di ieri l’hashtag #Pioliout, quando ancora l’allenatore non era stato ufficializzato. Colpa di un testa a testa con Spalletti, che dopo aver accettato l’offerta del Milan ha dovuto fare marcia indietro per il mancato accordo sulla buonuscita con l’Inter.

Milan, la conferenza stampa di Pioli

Oggi alle 13 a Milanello Pioli sarà protagonista di una conferenza stampa durante la quale l’allenatore si presenterà. Tra poco seguiremo la conferenza in diretta testuale.

Aggiornamento 13:05

Inizia la conferenza stampa, il primo a prendere la parola è il presidente Gazidis: ”

“Per prima cosa voglio ringraziare Giampaolo e lo staff di riferimento. È un bravissimo allenatore e sono convinto avrà una grande carriera. Questa decisione non è stata presa a cuor leggere. Abbiamo messo al primo posto il club, campiamo la frustrazione dei nostri fan. Stiamo intraprendendo un viaggio che non sarà facile. Alla fine affrontiamo una realtà che non possiamo ignorare. Abbiamo ereditato un club che abbiamo dovuto salvare dalla bancarotta. Abbiamo rischiato la retrocessione in Serie D, stiamo lavorando per riportare in alto il Milan. Non dico a cuor leggero tutto questo, è una strada difficile ed è necessario attendere. Faremo altri errori, ma voglio assicurarvi che siamo determinati”.
Ecco Pioli, il neo allenatore del Milan prende la parola: “Mi preparo a questa avventura con grande entusiasmo. Sono stato chiamato da un grande club. Il Milan è una buona squadra e i giocatori hanno una grande potenzialità. Ho grande rispetto per i tifosi e loro hanno il diritto di critica, questo è uno stimolo ulteriore per me. Dovrò cominciare a lavorare in tutte le direzioni: sia sulla testa che sulle idee tattiche. Saranno 10 giorni importanti prima della partita contro il Lecce”.
“Se è tutto da rifare? Giampaolo è un ottimo allenatore, ma ha idee diverse da me. Devo far arrivare il prima possibile queste idee ai giocatori. Partiamo da un buon livello. So di un gruppo professionale e ragazzi di valore. So che Giampaolo ha lavorato bene, vorrei far giocare alla squadra un calcio che sente positivo. Sono ragazzi giovani e se sono al Milan è perché hanno le qualità per giocare a San Siro”.