Milano, scappa al posto di blocco: fermato marocchino, auto intestata a prestanome

    Ultimo aggiornamento 00:00

    Fermato da un controllo dei vigili, si è accostato al bordo della strada, fingendo di essere disponibile per fornire i documenti. Ma non appena l’uomo in uniforme si è spostato, ha dato gas cercando di fuggire, ma andando contro la vettura della stazione di polizia locale ai margini della carreggiata. Lo scontro è avvenuto in via Falk a Milano, nella zona di Gallaratese. Il protagonista della storia è un cittadino marocchino nato nel 1988, in Italia senza permesso di soggiorno. L’uomo, che ha diversi precedenti penali per furto, dopo uno scontro con la polizia, che ha lottato per arrestarlo, è stato fermato con l’accusa di resistenza e violenza a un pubblico ufficiale.

    Da un controllo sulla targa, l’auto Peugeot guidata dal marocchino si è rivelata essere di proprietà di una donna italiana di 46 anni residente nell’area di Corvetto, che non ha nemmeno una patente di guida. Una verifica presso la motorizzazione civile ha permesso di accertare che la donna ha registrato a suo nome 44 auto. Abbastanza per portare i vigili del fuoco a ritenerla “una figura professionale”.