Home POLITICA POLITICA ITALIANA Milleproroghe, pedaggi autostradali: rimandati i rincari

Milleproroghe, pedaggi autostradali: rimandati i rincari

Ultimo aggiornamento 19:18

Una notizia che farà sicuramente piacere a quanti, per lavoro od esigenze familiari, sono costretti nel corso dell’anno a frequentare più volte le autostrade. Soprattutto alla luce di tariffe, A25/25 in primis, che ai caselli ‘presentano conti’ davvero impressionanti.
Poco fa è infatti giunta la notizia che stato momentaneamente rimandato l rincaro dei pedaggi autostradali, con un “adeguamento delle tariffe relative all’anno 2020 differito sino all’aggiornamento dei piani economici-finanziari”.
E’ quanto riporta in particolare la bozza del decreto Milleproroghe che, salvo sorprese, domani sarà sottoposta all’esame del Consiglio dei ministri. Nello specifico, si legge, il provvedimento riguarda “i concessionari il cui periodo regolatorio quinquennale è pervenuto a scadenza e che devono presentare all’Autorità di regolazione dei Trasporti entro il 30 marzo 2020 le proposte” per l’aggiornamento, che a sua volta è perfezionato entro e non oltre il 30 giugno 2020″.
Tra le altre novità ricordiamo:
l’estensione (al 31 dicembre del 2021), dei termini per la stabilizzazione dei precari della Pa. La misura porta in avanti la scadenza temporale del triennio 2018-2020. La norma in precedenza sembrava potesse entrare nel ddl Bilancio.
Il ‘bonus verde’, prorogato al 2020, e ‘accompagnato’ da una detrazione Irpef del 36%, per le spese affrontate per interventi di sistemazione di giardini, terrazze e parti comuni di edifici condominiali. Detrazione che sarà poi ripartita in dieci ‘rate’ annuali, e che è da a fronte di un importo massimo di 5.000 euro per unità immobiliare ad uso abitativo (quindi la detrazione sarà max di 1.800 euro).
Infine, per i vertici dell’Agcom e del Garante per la Privacy arriva una proroga, per cui resteranno in carica fino al 31 marzo 2020.
Max