Narcos italiano arrestato nella Repubblica Dominicana

    Ultimo aggiornamento 00:00

    Arrestato nella Repubblica Dominicana il narcotrafficante Marcello Battigaglia, 75 anni, considerato il promotore di un’associazione criminale attiva in Lombardia e in particolare in contatto con gruppi criminali calabresi e latinoamericani. Battigaglia deve scontare 16 anni, 10 mesi e 23 giorni di reclusione, oltre a una multa di 98.000 euro per traffico ed evasione internazionale di stupefacenti.
    Le indagini, condotte dal Servizio Centrale Operativo e dalla Squadra Mobile di Como con la collaborazione del Dipartimento centrale dei servizi antidroga e della Direzione nazionale del controllo della droga della polizia dominicana, hanno permesso di identificare l’uomo a El Vigiador, provincia di Montecristo, da dove secondo gli investigatori si dirigeva il traffico di cocaina verso l’Italia, in particolare verso le province di Milano, Monza e Como.

    Nel 2006, il narcotrafficante era già stato arrestato a Zagabria per aver importato 3,1 kg di cocaina da Caracas. Nel 2010, nell’ambito dell’operazione “Famiglia Molluso” della Squadra Mobile di Milano, era stato arrestato come fornitore di cocaina che importava dal Sud America in nave attraverso il porto di Vado Ligure (SV). Nel 2012, ottenuto gli arresti domiciliari, era diventato irreperibile. Nel 2013, nell’ambito dell’operazione “Fly85” condotta dalla Guardia di Finanza di Torino, è stato nuovamente arrestato con l’esecuzione di un ordine di custodia in carcere per traffico di droga internazionale. Anche in questo caso, ottenuto gli arresti domiciliari nel 2015, è diventato immediatamente irrintracciabile. Battigaglia è atteso in Italia, scortato dal personale del Central Operations Service e dalla polizia dominicana