kit pinasco power spacer

 

Un Aerox da accelerazione



Ciao Pier! E’ da un po’ di tempo che seguo le tue risposte, ma non sono riuscito a togliermi questo dubbio. Sto preparando il mio Aerox per gare sui 150 metri. Ho già un gruppo termico Polini Evo 1, albero motore Polini a spalle piene, scarico Tiziano calcolato, accensione Leonelli analogica, pacco lamellare in viton.

Questa elaborazione è incompleta perchè non so che trasmissione abbinare. Ho a disposizione le pulegge condotte da 134 mm per Piaggio, che vorrei adattare. Sarebbe meglio comprare una Evolution? Non dispongo di molti fondi, per questo cerco di sprecare il meno possibile tenendo conto che non devo fare nessun record.

Che trasmissione mi consigli?

Per quanto riguarda l’alimentazione, è meglio girarla sulla ruota o lasciarla in posizione originale? Consigli l’utilizzo di un alza pacco da 4-5° ?

Emanuele Conti

 

La prima cosa da tenere in considerazione quando si prepara un mezzo da accelerazione è il peso: sull’Aerox si può lavorare molto in questo senso, soprattutto a livello di cerchi e pneumatici. L’ideale sarebbe trovare i cerchi del Jog R da 12” su cui montare pneumatici 100/90.

Come elaborazione hai dei componenti validi, ma per fare la differenza, occorre lavorare molto sul cilindro Polini Evo1 che, comunque, è nato per le gare di scooter cross e, di conseguenza, si presta molto bene anche a questo tipo di impiego. Riguardo al collettore di aspirazione, ti suggerirei di montarlo col carburatore girato in avanti e con le piastre angolate Pinasco Power Spacers.

Riguardo alla trasmissione, sappiamo tutti che è il cuore della trasformazione, soprattutto per questo tipo di impiego. Polini e Stage6, a livello di trasmissioni racing, hanno lavorato molto in questi ultimi 2 anni e la differenza si vede. Io mi orienterei su una di queste abbinata al carter copri trasmissione Polini con cuscinetto di supporto per il cestello trasmissione (è veramente indispensabile su un motore Minarelli a braccio lungo) e al carter copri ingranaggi con scorrimento su cuscinetti.

Per la preparazione del cilindro, lascerei i condotti inalterati come volumetria e conformazione, impiegando un diagramma di 193° per lo scarico, 128° per i travasi primari, 127° per i secondari e 125° per la controluce, con un rapporto di compressione di 15,8/1 misurato geometricamente. Con questo valore di compressione dovrai necessariamente impiegare una benzina a 102 RON.

 

Foto: Kit Pinasco Power Spacer

Il kit Pinasco Power Spacer consente di inclinare il pacco lamellare di 4° verso il cilindro, migliorando la potenza massima e le doti di allungo dei motori Minarelli Yamaha.

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*